Cagliari, emergenza nell’ex sindacato degli inquilini: “È diventato il rifugio di senzatetto sbandati e tossicodipendenti”

Il caseggiato dell’ex Sunia tra via Col di Lana e via Hermada tornato nelle mani di abusivi e personaggi poco raccomandabili. “Dentro vivono sardi e africani, lasciano tanti rifiuti e siringhe. Nonostante i reclami al Comune e alla polizia locale non è cambiato nulla”


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Per tanto tempo ha ospitato il Sunia, sindacato unitario di inquilini e assegnatari, poi varie associazioni. Poi, da quando è abbandonato, sbandati. Il caseggiato tra via Hermada e via Col di Lana a Cagliari è circondato dal degrado. E, stando alla segnalazione di un residente della zona, Marco Tatti, “nell’edificio trovano riparo senzatetto, tossicodipendenti, ragazzi sardi e stranieri. Persone disastrate che lasciano in giro spazzatura e siringhe e che rubano dalle auto”, spiega. Nelle foto e video spediti alla nostra redazione si notano una serranda forzata, qualche panno e molti cartoni, segno della presenza di persone. E la zona è sempre quella dove si sono registrati furti, caos notturno fatto di consumo di droga tra i cespugli e, per i residenti, tanta paura.
“Abbiamo fatto molti reclami alla polizia Locale e al Comune, non è cambiato nulla e la situazione è identica a prima”, prosegue il residente. E le emergenze sono due: “I furti e l’inquinamento”.


In questo articolo: