Cagliari, ecco il nuovo viale Buoncammino senza radici pericolose e chioschi: 400 metri con panchine e fontanelle

Pavimentazione nuova, aiuole più rinforzate per tutelare gli alberi, decine di panchine e 6 posteggi per bici. Così la Giunta Truzzu ha riqualificato il tratto del viale davanti al carcere: spariti tutti gli storici baretti (VIDEO ANTEPRIMA)


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Quattrocento metri con panchine e aiuole nuove, stesso discorso per la pavimentazione e le fontanelle, con scalinate che portano verso il viale Sant’Ignazio in marmo. Ecco com’è il nuovo viale Buoncammino a Cagliari che il Comune si appresta ad inaugurare. Dalla storica passeggiata cagliaritana sono spariti tutti i chioschi e baretti che, per decenni, hanno garantito un servizio di ristoro per molti cittadini e turisti. Gli ultimi abbattimenti risalgono a qualche mese fa e non si sa se, in futuro, sarà possibile rimetterli. Intanto, tra lo slargo dopo il primo tratto del viale già riqualificato da anni e il discesone che porta in piazza D’Armi tutto è cambiato. Il Comune ha installato anche nuovi lampioni. Costo totale dell’operazione: poco più di cinque milioni, così è stata riqualificata una zona frequentata, visto il colpo d’occhio, soprattutto dai vacanzieri.
Dopo il taglio del nastro sarà totalmente fruibile, oggi gli operai stavano apportando le ultime modifiche soprattutto nei punti di accesso al viale e nelle altre due aree riqualificate, piazza Marongiu Pernis e piazza Pilia. Poi, solo il tempo potrà dire se la storica passeggiata, totalmente rinnovata, ritornerà ad essere uno di quei “luoghi di vita dei cagliaritani” auspicato, prima dell’inizio dei lavori, dal sindaco Truzzu. E se i cittadini digeriranno l’assenza degli storici baretti dove, per decenni, è stato possibile fare colazione, pranzare, cenare e guardare, rigorosamente in gruppo, le partite del Cagliari alla tv.


In questo articolo: