Cagliari, è zona rossa ma in tanti in giro in strada e nei parchi: dopo due settimane lo strano aumento dei contagi

Molti i cagliaritani che non hanno rinunciato alla passeggiata nella seconda domenica di zona rossa: tanti nei parchi, a molti non è sembrato un lockdown. Ma la gente è stanca, e complice la bella giornata molti sono usciti. Oggi l’aumento dei contagi del virus dimostra forse che il sistema dei colori funziona a metà?

Cagliari, è zona rossa ma in tanti in giro in strada e nei parchi: dopo due settimane lo strano aumento dei contagi. Molti i cagliaritani che non hanno rinunciato alla passeggiata nella seconda domenica di zona rossa: tanti nei parchi, a molti non è sembrato un lockdown. Ma la gente è stanca, e complice la bella giornata molti sono usciti. Oggi l’aumento dei contagi del virus dimostra forse che il sistema dei colori funziona a metà? E’ questa la sensazione nell’analisi di una strana giornata, che prelude purtroppo alla terza settimana di zona rossa in Sardegna. Non si può uscire se non per stretta necessità, non si può andare neanche a trovare genitori, amici e parenti. E’0n vero che oggi è aumentato il numero dei positivi, con qualche tampone in più, ma per fortuna stanno diminuendo i ricoveri negli ospedali.

Eppure anche ieri, sulla statale 554, il traffico era notevole. Si può uscire per fare la spesa, ma i danni sono notevoli soprattutto per le tante attività che resteranno chiuse per altri sette giorni proprio mentre domani l’Italia riapre e termina anche il blocco degli spostamenti tra Regioni. In quasi tutta Italia riaprono, in Sardegna restano chiusi bar e ristoranti, negozi di abbigliamento, profumerie e molti altri. La condanna alla zona rossa, mentre dopo due settimane i contagi sono diminuiti nel computo generale, ma forse non al ritmo che tutti si aspettavano. Mentre quasi un sardo su tre ha ricevuto la prima dose di vaccino, e questo lascia almeno ben sperare per il futuro. La Sardegna vuole ritornare tra una settimana in giallo o in arancione.


In questo articolo: