Zero permessi, molti assembramenti e poche mascherine: chiusa la discoteca Skin di via Venturi a Cagliari

La polizia ha accertato la mancanza delle autorizzazioni per la somministrazione di alimenti e di bevande e per le attività di ballo e di intrattenimento. E anche violazioni della normativa anticovid, sugli assembramenti e sull’utilizzo delle mascherine protettive. GUARDA IL VIDEO

Cagliari, chiusa la discoteca Skin Club. Nell’ambito di una più ampia attività di controllo e contrasto a illeciti amministrativi nell’ambito della città metropolitana e della provincia di Cagliari, la Divisione Polizia Amministrativa e di Sicurezza della Questura di Cagliari ha sospeso l’attività della discoteca “Skin Club” di via Venturi a Cagliari. Ha infatti accertato la mancanza delle autorizzazioni previste per lo svolgimento delle attività di somministrazioni di alimenti e di bevande e per le attività di ballo e di intrattenimento.

Durante i controlli la Polizia ha accertato inoltre accertato plurime violazioni della normativa anticovid, sugli assembramenti e sull’utilizzo delle mascherine protettive, motivi per i quali ha anche ha sanzionato la discoteca.

I controlli sono stati intensificati dopo l’accoltellamento che si è verificato nella nottata del 15 novembre scorso, quando all’uscita dal locale era rimasto ferito un giovane cagliaritano di venti anni. Per quel fatto, dopo un’indagine lampo e tante reticenze da parte dei gestori dello “Skin Club” e degli addetti alla sicurezza, la Squadra Mobile aveva denunciato un pregiudicato di 21 anni di Decimomannu che, evaso dagli arresti domiciliari, era andato in discoteca, dove aveva litigato con la vittima per futili motivi.


In questo articolo: