Bagarre Lirico, il Pd bacchetta Zedda: “Il Comune paghi i contributi”

Dura nota del Pd sulla vicenda del Lirico: “Il sindaco abbassi i toni e proceda urgentemente al pagamento dei 400mila euro per gli stipendi dei dipendenti del teatro”

Sulla polemica del Lirico, il Pd “bacchetta” Massimo Zedda e chiede di stemperare i toni politici della guerra tra il Presidente della Fondazione e Meli. “Sul dibattito relativo alle vicende del Teatro Lirico crediamo che sia doveroso da parte del Sindaco e Presidente  della Fondazione Teatro Lirico ridurre i toni polemici- scrivono in una nota il segretario cittadino del Pd Nicola Montaldo e il capogruppo Davide Carta- da parte di tutti è ugualmente necessario attenuare i toni e sviluppare un approccio responsabile e costruttivo, perché in questo momento l’unica cosa di cui c’è bisogno è adoperarsi nell’interesse del futuro della Fondazione e della tutela dei posti di lavoro dei dipendenti e delle loro retribuzioni, uscendo dalla logica di contrapposizione.
Per raggiungere gli obiettivi di bilancio della stagione è urgente che il comitato di indirizzo scelga quanto prima un sovrintendente dotato di qualità elevate, in grado di assicurare una produzione artistica elevata, lo sviluppo e la crescita del teatro, salvaguardando i costi di produzione, puntando alla valorizzazione di giovani talenti, all’acquisizione di nuove risorse finanziarie e all’equilibrio dei conti.
Chiediamo al Sindaco e Presidente della Fondazione Teatro Lirico di adoperarsi urgentemente perché il Teatro possa presentare la rendicontazione del progetto Shardana, e affinche’ il Comune  possa procedere urgentemente al pagamento dei 400.000 euro dovuti necessari per il saldo delle retribuzioni dei dipendenti.
Infine è doveroso, come già deliberato in un Odg votato all’unanimità da Consiglio comunale, che il Comune progressivamente riporti all’anno di competenza il pagamento del contributo per il Teatro Lirico”.


In questo articolo: