Aveva scavato i tesori di Nora, addio al giovane archeologo Luca Restelli

“Sei uno dei figli di Nora alla quale hai dato l’anima. Oggi è un giorno molto triste per tutti noi, per l’archeologia e per il nostro piccolo mondo, ma domani il sole splenderà più forte di prima e noi lo guarderemo col sorriso, perché è questo che tu ci hai insegnato”

Aveva partecipato alla missione archeologica operativa a Nora. Luca Restelli, archeologo 30enne, è morto in un incidente stradale in provincia di Cremona. L’auto che guidava si è scontrata con un furgone che trasportava il latte. L’impatto è stato fatale.

Per lui il ricordo della Soprintendenza di Cagliarti che “si stringe con sincero affetto agli amici e colleghi della missione archeologica dell’Università di Milano e alla famiglia di Luca Restelli, venuto a mancare tragicamente la scorsa notte.

Per anni Luca ha contribuito con passione e professionalità alla ricerca e allo studio dell’area archeologica di Nora, a cui era particolarmente legato. Oltre alle indubbie capacità di giovane, ma ormai consolidato ricercatore e studioso, ci mancheranno la disponibilità, la gentilezza e il sorriso con cui affrontava il lavoro e la vita”.

 

“Se ne va nel modo più terribile e inaspettato un ragazzo fuori dall’ordinario, un allievo, un amico, un fratello; uno dei figli di Nora, che da Nora ha preso e appreso, ma a cui ha saputo anche dare”, si legge nella pagina Facebook della missione archeologica, “son solo dare picconate, non solo dare il suo corpo e la sua mente. Luca a Nora ha dato sorrisi, ha dato passione, ha dato felicità e spensieratezza, ha dato i suoi sogni e amore incondizionato ed eterno. A Nora ha dato l’anima, come l’ha data a tutti noi dal primo istante in cui l’abbiamo conosciuto. Oggi è un giorno molto triste per tutti noi, per l’archeologia e per il nostro piccolo mondo, ma domani il sole splenderà più forte di prima e noi lo guarderemo col sorriso, perché è questo che tu ci hai insegnato, caro Luca. Che la terra ti sia lieve, come è sempre stata per te”.

 

 


In questo articolo: