Attività RIVERSO SpA in tempi di Covid-19 

In questo periodo di estrema difficoltà per tutto il Paese, la RIVERSO SpA, titolare di una discarica per rifiuti speciali nel Sulcis, prosegue il proprio servizio di pubblica utilità garantendo la prosecuzione delle (poche) attività ancora in essere ma soprattutto, attraverso lo smaltimento dei residui dei termovalorizzatori di rifiuti solidi urbani, sardi (TECNOCASIC) e della Penisola, ne consente la costanza del funzionamento.

(PUBBLIREDAZIONALE)

In questo periodo di estrema difficoltà per tutto il Paese, la RIVERSO SpA, titolare di una discarica per rifiuti speciali nel Sulcis, prosegue il proprio servizio di pubblica utilità garantendo la prosecuzione delle (poche) attività ancora in essere ma soprattutto, attraverso lo smaltimento dei residui dei termovalorizzatori di rifiuti solidi urbani, sardi (TECNOCASIC) e della Penisola, ne consente la costanza del funzionamento.

Onde salvaguardare al meglio la salute delle proprie maestranze, tutte naturalmente giornalmente dotate di DPI individuali, oltre utilizzare lo “smart working” per la maggior parte degli impiegati, ha deciso di suddividere gli addetti della discarica in due squadre, operanti separatamente con turni di due settimane, garantendo l’attività dell’impianto ancorchè riducendone la potenzialità di ricezione.

Al fine di contribuire alle notevoli difficoltà, anche finanziarie, delle Strutture Sanitarie in questo periodo particolarmente gravate anche dalla mancanza di adeguati strumenti, la RIVERSO SpA ha deliberato un proprio sostegno economico a loro favore.


In questo articolo: