Approvata la manovra di bilancio da 30 miliardi per il 2022, Draghi: “Così faremo crescere l’Italia”

Dodici miliardi per il taglio delle tasse, più controlli sul reddito di cittadinanza, contributi agli affitti per i giovani, quota 102 per le pensioni con 64 anni d’età e 38 di contributi, Iva degli assorbenti al 10%. Il premier: è una legge condivisa che aiuterà la ripresa

Via libera alla manovra di bilancio da 30 miliardi di euro per il 2022 dal consiglio dei ministri. Dopo il voto, l’applauso dei ministri: lo ha raccontato il premier Mario Draghi in conferenza stampa, che ha definito la legge “espansiva” per , “accompagnare la ripresa”, e ha assicurato che si tratta di un provvedimento condiviso, con “12 miliardi destinati al taglio delle tasse”. “La crescita sarà ben oltre il 6% probabilmente, e questa è una bussola ed è la strategia di questo governo: è un momento per l’Italia molto favorevole e dobbiamo essere capaci di mantenere questa crescita anche negli anni a venire”, ha aggiunto Draghi.

Per quanto riguarda le pensioni, argomento su cui nei giorni scorsi si era consumato un duro scontro con i sindacati, Draghi ha detto che l’obiettivo del governo è tornare appieno al sistema contributivo: “Si prevede una transizione, quota 102, con 38 anni di contributi e 64 di uscita. Abbiamo rafforzato l’Ape e opzione donna”. Nella manovra ci sono anche un bonus affitti del 20% del canone entro il limite massimo di 2.400 euro per gli under 30 con reddito complessivo non superiore a 15.493 euro e, per la prima volta in Italia, l’Iva al 10% e non al 22% per assorbenti e tamponi non compostabili. Sul taglio delle tasse Draghi, nella conferenza stampa a Palazzo Chigi, ha insistito in modo particolare: “Mettiamo 12 miliardi per ridurre la pressione fiscale e non otto come si dice in giro”.

Altro tema di scontro, soprattutto fra centrodestra e Movimento 5 Stelle, il reddito di cittadinanza: i beneficiari sono tenuti ad accettare almeno una di due offerte, e non più tre, di lavoro congrue. Inoltre, a partire dal 1° gennaio 2022, l’assegno sarà ridotto di 5 euro per ciascun mese a partire dal sesto mese di percezione del beneficio. Draghi ha assicurato più controlli sui beneficiari del reddito di cittadinanza.

La manovra è composta da 185 articoli. Oltre a tasse e sostegno alle imprese,  ci sono misure per l’accesso al credito e alla liquidità delle imprese, sul reddito di cittadinanza, pensioni, famiglia, il riordino degli ammortizzatori sociali, le politiche attive del lavoro, la sanità, la scuola, cultura e turismo, infrastrutture e turismo, regioni, enti locali,  pubblica amministrazione.

RispondiRispondi a tuttiInoltraModifica come nuovo


In questo articolo: