“A Cagliari quartieri invivibili per le prostitute: bisogna liberare le strade”

È ancora caldo il tema della prostituzione in alcune strade periferiche cittadine. E l’opposizione comunale tira la giacchetta alla maggioranza: “Fenomeno da debellare, molti cittadini sono esasperati”

di Paolo Rapeanu
È ancora caldo il tema della prostituzione in alcune strade periferiche cittadine. E l’opposizione comunale tira la giacchetta alla maggioranza: “Fenomeno da debellare, molti cittadini sono esasperati”
“Quando si parla di prigione bisogna comunque essere prudenti, la galera facile può colpire chiunque. Questo non significa che il fenomeno della prostituzione non debba essere affrontato in modo serio, per dare risposte alla sicurezza dei cittadini”. Così Alessio Mereu, consigliere comunale di Fratelli d’Italia-An. Prima di arrivare alle manette, si possono percorrere altre strade. “Le prostitute vanno allontanate dal centro abitato, questo può essere un primo approccio al problema”.
Sull’ordinanza del sindaco di Firenze, il Pd Dario Nardella, Mereu è netto: “Per quanto riguarda la sua proposta, che non è mia, di privare della libertà i clienti della libertà, mi sarei aspettato la stessa fermezza anche per dirigenti e consiglieri di amministrazione di banca Etruria, che hanno rovinato migliaia di persone e sono ancora a piede libero”.


In questo articolo: