A Cagliari nasce via della Luna, la strada fantasma dove abiteranno i mille senzatetto della città

Il Comune istituisce una residenza fittizia (in una via che non esiste), per 960 clochard e girovaghi che popolano il territorio comunale. Ora saranno più agevoli le procedure per l’accesso ai servizi sociali e a quelli sanitari

Una strada per un migliaio di senza tetto. Clochard e girovaghi, 960 in tutto il territorio comunale, avranno una residenza fittizia. Abiteranno in via della Luna, una strada che non esiste, ma istituita convenzionalmente per fornire una residenza a tutti.
Per motivi burocratici è stata ravvisata la necessità che anche in anagrafe venga istituita una via, territorialmente non esistente, ma conosciuta con un nome convenzionale, anche per tutelare la riservatezza delle persone senza fissa dimora, in modo che la certificazione ed i documenti non riportino informazioni che potrebbero essere discriminanti in quanto riconducibili alla condizione di “senza fissa dimora”.
Oggi all’anagrafe cagliaritana risultano iscritte 960 persone senza fissa dimora/senza tetto all’indirizzo piazza De Gasperi 1 e via Sauro 19 vie non fittizie. Così la giunta Truzzu ha detto sì a un indirizzo uguale per tutte le persone senza fissa dimora o senza tetto già iscritte e che si iscriveranno in Anagrafe. Saranno tutti residenti in  via della Luna certificati in maniera progressiva con i numeri dispari, sia i senza tetto che i senza fissa dimora, che eleggano domicilio nel Comune di Cagliari. Per altre simili necessità che richiedano iscrizione anagrafica, ma al di fuori dei casi sopraddetti ( es. minori in stato di abbandono in attesa di inserimento in struttura), dovrà essere usata la stessa via con i numeri progressivi pari.

In questo articolo: