Villasimius, 240 kg di sabbia e ciottoli depredati tornano nelle nostre spiagge

“Come ormai da tempo grazie all’opera di Sardegna rubata e depredata e agli addetti al controllo bagagli dell’aeroporto di Cagliari Elmas possiamo riportare la sabbia – spiegano le Guardie Ambientali – le conchiglie e i ciottoli nei luoghi da cui sono stati prelevati”

240 Kg tra sassi e ciottoli prelevati illecitamente dal litorale di Villasimius sono stati riposizionati nelle spiagge di appartenenza. Le Guardie Ambientali Sardegna confermano: “E’ assolutamente vietato e il prelievo prevede una sanzione compresa tra i 1.549,00 e i 9.296,00 euro”.
C’è chi preleva illecitamente la sabbia, le conchiglie e i ciottoli, c’è chi sanziona, chi requisisce il mal tolto nascosto nei bagagli alle partenze negli aeroporti e chi riporta il tutto nei luoghi di origine. “Come ormai da tempo grazie all’opera di Sardegna rubata e depredata e agli addetti al controllo bagagli dell’aeroporto di Cagliari Elmas possiamo riportare la sabbia – spiegano le Guardie Ambientali – le conchiglie e i ciottoli nei luoghi da cui sono stati prelevati.
Il contenuto degli scatoloni, frutto dei controlli delle ultime settimane dal peso complessivo di 240Kg prelevato illecitamente dal litorale di Villasimius è stato riposizionato come di consuetudine.
Inoltre ricordiamo che il prelievo di sabbia ,ciottoli e conchiglie è vietato dall’art. 1162 del codice di navigazione che prevede una sanzione compresa tra i 1.549,00 e i 9.296,00 euro”.


In questo articolo: