Tragedia sfiorata a Muravera, bimbo di 3 anni rischia di annegare in piscina

Il piccolo ha raggiunto la piscina degli adulti, eludendo il controllo dei genitori. E’ stato rianimato sul posto dal bagnino e da due medici in vacanza.

Tragedia sfiorata a Muravera, bimbo di 3 anni rischia di annegare in piscina.

Nel tardo pomeriggio di ieri a Muravera, in località “Capo Ferrato” i carabinieri del Posto Fisso Stagionale di Costa Rei sono intervenuti presso un campeggio al fine di facilitare l’atterraggio in sicurezza di un veivolo dell’elisoccorso del 118, in quanto poco prima un bimbo torinese di 3 anni e mezzo aveva rischiato di annegare nella piscina riservata agli adulti. Il bimbo si è spostato, eludendo il controllo della madre, da quella riservata ai bambini piccoli. Le grida di alcune persone presenti hanno fortunatamente attirato l’attenzione del bagnino che si è buttato in acqua. Al piccolo portato a bordo vasca sono state praticate le prime manovre di soccorso ad opera di due medici presenti in vacanza sul posto. Il personale medico del 118, dopo aver prestato le prime cure, ha trasportato mediante elisoccorso il bimbo, unitamente alla madre 38enne, presso il reparto pediatrico dell’ospedale Brotzu di Cagliari, non in pericolo di vita, per accertamenti. È stato ricoverato in osservazione con diagnosi “annegamento senza esito mortale”. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari verrà informata dalla Stazione di Castiadas.


In questo articolo: