Tragedia a Senorbì, 40enne muore carbonizzato in casa

Stando ai primi accertamenti le fiamme sarebbero partite dallo scoppio di una bombola.

Tragedia a Senorbì.

Un marocchino di 40 anni, Anass El Hadri, è morto carbonizzato nel rogo che ha colpito la sua abitazione, in via Mazzini. Altri due inquilini risultano illesi.

Stando ai primi accertamenti le fiamme sarebbero partite dallo scoppio di una bombola. La vittima sembra fosse intenta a squagliare col fuoco la plastica che avvolgeva alcuni cavi di rame. La rischiosa pratica potrebbe aver innescato l’incendio e la deflagrazione. Sono ancora in corso mirati accertamenti di polizia giudiziaria. 

Sul posto i carabinieri e i vigili del fuoco.

 


In questo articolo: