Su Guttureddu: tessitura e tintura artigianale a Serramanna

Vicolo Vittorio Veneto, domenica 5 ottobre 2014, dalle ore 10 alle 22

Un antico e incantato cortile acciottolato alla campidanese,“imperdau”, nel centro storico di Serramanna, ospiterà il primo mercatino/mostra di saperi artigiani vecchi e nuovi del paese.

Tessitura, tinture naturali, eco ed etno-sartoria, coltelleria, ceramica, stucchi decorativi, mattoni di terra, restauratori di “imperdausu”, intrecci, arti dolciarie, scalpellini e altro, “per un paese che ha scordato saperi e identità”, così recita la locandina che lo pubblicizza.

L’evento si terrà domenica 5 ottobre dalle 10 alle 22 (no stop) in vicolo Vittorio Veneto 10, in caso di pioggia verrà rimandato al 9 novembre.

Ad organizzarlo un piccolo comitato spontaneo di cittadini, preoccupati per il presente ed il futuro del paese, che sottolinea con orgoglio come l’evento sia libero da clientelismi partitocratici.

 

Fra gli organizzatori, da anni attento alla documentazione e valorizzazione dei saperi e delle risorse locali, specie di quelli che vanno perdendosi nella violenza della globalizzazione, lo scenografo Emilio Ortu Lieto anche presidente della associazione culturale ”Utopia”, fa notare che: “la mostra-mercatino, specie in questa cornice tradizionale, vuole anche essere un omaggio a Vico Mossa, nel suo centenario dalla nascita. L’illustre architetto sardo e serramannese, che fu anche narratore e saggista, fu infatti pioneristicamente il primo attento alle architetture locali sarde e ai materiali poveri e naturali tradizionali, in linea esemplare con le moderne visioni europee ed ecologiste. In un paese in cui si radono al suolo circa 4 case di terra all’anno e quelle che si restaurano vengono abbruttite da materiali sbagliati e cemento, questo evento rappresenta un  momento della coscienza contro l’incultura e l’indifferenza”.