Studenti e pendolari sardi, svolta trasporti in Consiglio regionale: “Nuove corse anche con ditte private: ecco 3 milioni”

Il Presidente del Consiglio Michele Pais: “Grazie a questa legge sarà rafforzato il servizio di trasporto degli alunni a carico dei Comuni e in generale il servizio pubblico locale con nuove corse, soprattutto nelle fasce orarie più critiche, con l’ausilio anche di privati”

Il Consiglio regionale ha approvato oggi una legge che stanzia tre milioni di euro per implementare il numero di corse del servizio di trasporto pubblico, con una particolare attenzione alle fasce orarie dedicate a studenti e pendolari, e un’ulteriore milione per il trasporto scuolabus gestito dai comuni.

“La Seduta Statutaria di oggi è stata ricca di contenuto, con un dibattito serrato ma proficuo su un tema di particolare importanza come la scuola e il diritto effettivo all’istruzione, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria che crea obiettivi problemi” – dichiara il Presidente del Consiglio regionale Michele Pais.

“Garantire il diritto allo studio in presenza degli alunni, in sicurezza, è un obiettivo imprescindibile” – continua Pais – “In questo è di fondamentale importanza la legge approvata dal Consiglio per il potenziamento dei trasporti pubblici e scolastici con una maggiore dotazione di 3 milioni di euro per il 2020” .
“La Regione, il Presidente Solinas e l’assessore Biancareddu stanno affrontando tali problematiche mettendo in campo ogni azione necessaria per garantire il diritto allo studio in presenza a tutti gli studenti sardi”.

“Il Consiglio ancora una volta si è dimostrato centrale su temi cosi importanti” – conclude il Presidente Pais – “Grazie a questa legge sarà rafforzato il servizio di trasporto degli alunni a carico dei Comuni e in generale il servizio pubblico locale con nuove corse, soprattutto nelle fasce orarie più critiche, con l’ausilio anche di privati”.


In questo articolo: