Stroncato da un malore improvviso sotto gli occhi della moglie, muore l’unico vigile di Uri

Il dramma ad Alghero. Mario Sechi, 62 anni, si è accasciato e non si è più ripreso. Choc nel suo paese natale, il sindaco Dettori: “Siamo sgomenti. Qualche ora prima eravamo insieme, facendo progetti per il futuro. Di punto in bianco perdiamo un dipendente che stava bene ed era atletico”. Proclamato il lutto cittadino

Se n’è andato sotto gli occhi della moglie, durante una passeggiata ad Alghero. Si è sentito male, si è accasciato e non si più ripreso. È morto così, a 62 anni, l’unico vigile urbano di Uri, paesino del Sassarese. Mario Sechi, una vita passata indossando l’uniforme, raggiungendo il grado di istruttore. Oltre alla moglie lascia anche una figlia. E ad Uri, dove è nato e dove lavorava, è stato proclamato il lutto cittadino per domani, quando si svolgeranno i funerali, nella chiesa di Nostra Signora della Mercede. Una morte che lascia senza parola tutti, in paese. Il sindaco Matteo Emanuele Dettori non riesce ancora a capacitarsene: “Eravamo insieme sino a qualche ora prima, progettando il futuro. Presto sarebbe arrivato un nuovo collega e non vedeva l’ora di lavorare insieme a lui”, spiega, “Mario era un agente onesto, preciso e sempre disponibile a dare buoni consigli. Siamo tutti sgomenti, di punto in bianco abbiamo perso un nostro dipendente che stava bene e che era atletico. Sono vicino alla sua famiglia”.
Chi arriverà negli uffici della polizia Locale di Uri, tra qualche settimana, per prendere servizio, non avrà la fortuna di conoscerlo. Sulla pagina Facebook del Comune è stato pubblicato un lungo e toccante post di cordoglio: Ciao Mario, scriverti queste parole non è di certo facile, tanti impegni in programma e obiettivi da raggiungere assieme; solo qualche ora prima eri in mezzo a noi come tutte le mattine nel nostro Comune, fiero di indossare la tua uniforme nel tuo paese. Per tanti anni hai servito il tuo paese e questo non lo scorderemo, una delle tue ultime azioni è stato un gesto semplice che dimostra tanto, l’acquisto di un parasole per la nuova auto di servizio, mai avremo potuto immaginare la tua dipartita. Per la giornata di domani sarà proclamato il lutto cittadino. Il sindaco, la Giunta, il Consiglio comunale, il segretario comunale e tutti i dipendenti dell’ente si stringono al dolore della famiglia alla quale esprimiamo la nostra vicinanza. Ciao Mario, mancherai a tutti noi”.


In questo articolo: