Siliqua, Carnevale all’oratorio: in maschera anche il parroco

Martedi grasso: tantissime persone alla festa organizzata da don Davide, che si è esibito anche al karaole

Carnevale è da sempre stata la festa dei bambini, ma in genere ha coinvolto anche gli adulti. Anzi, si potrebbe anche dire che è un modo per i grandi di ritornare bambini, allegri e spensierati, approfittando di questi giorni per giustificare l’allegria e le stravaganze che raggiungono i livelli massimi nella settimana di chiusura del Carnevale. E così è stato. Un martedi grasso festeggiato a dovere, nell’oratorio parrocchiale ben adornato con una scritta in risalto: “E’ qui la festa”. Poi tanti palloncini, coriandoli, festoni e bandierine colorate. Ad animare la serata tante persone mascherate, in particolare bambini, ma anche qualche adulto, tra questi il parroco di Siliqua don Davide Cannella, ideatore dell’evento. Don Davide era vestito da orso bruno (nella foto, a sinistra) ed ha partecipato attivamente alla festa, cantando al karaoke e divertendosi assieme a tutti i partecipanti. Una serata all’insegna dello svago e del divertimento, che ha preso il via alle 16,30 e si è conclusa intorno alle 20,00. Tanta musica, balli, karaoke e zeppolata. La sala dell’oratorio era praticamente gremita di bambini, ragazzi e genitori, che si sono divertiti alla grande ed hanno fatto da cornice in uno dei tanti momenti di socializzazione collettiva, nell’oratorio parrocchiale.
Le origini della festa sono religiose, infatti il Carnevale è collegato direttamente alla Pasqua, che cade sempre la domenica dopo il primo plenilunio (luna piena) di primavera. Dalla Pasqua si sottraggono 6 settimane (di cui 5 sono di Quaresima) e la settimana precedente ad esse è quella in cui si festeggia il Carnevale. Questa parola deriva dal latino medievale carnem levare, cioè “togliere la carne” dalla dieta, in osservanza al divieto cattolico di mangiare carne durante la Quaresima.


In questo articolo: