Sergio Medas, macellaio di via Quirra, a Radio Casteddu: “Mercato a numero chiuso, incassi in calo”

“Stiamo affrontando un periodo molto difficile, come tutte le attività commerciali del resto, soltanto che da noi è tutto un po’ più in salita perché già lavoriamo soltanto mezza giornata e i mercati cittadini sono le uniche attività commerciali contingentate. Questo ci penalizza ancora di più”

Sergio Medas, 52 anni di Cagliari, gestisce un box al mercato di via Quirra. Ai microfoni di Radio Casteddu racconta: “Stiamo affrontando un periodo molto difficile, come tutte le attività commerciali del resto, soltanto che da noi è tutto un po’ più in salita perché già lavoriamo soltanto mezza giornata e i mercati cittadini sono le uniche attività commerciali contingentate. Questo ci penalizza ancora di più. Le regole dovrebbero essere uguali per tutti, in questo periodo particolare, attualmente, possono entrare circa 120 persone per volta e le guardie vigilano ad ogni ingresso, cosa che non avviene in nessun’altra attività, in nessuna grande distribuzione.
Io parlo per me parlo, nel mio piccolo, ho molti clienti che specialmente il sabato sono costretti ad andare via perché impossibilitati ad aspettare in fila. Sono soprattutto anziani. Noi aspettiamo sempre il venerdì e il sabato per concretizzare un po’ gli incassi, sono diminuite tanto le vendite a inizio e metà settimana, e proprio il fine settimana ci ritroviamo in questa situazione”.
Risentite qui l’intervista a Sergio Medas di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: