Sennori, lieto fine per i cuccioli abbandonati: in tanti disposti ad allattarli

Hanno risposto decine di persone all’appello lanciato dal comune di Sennori per salvare una cucciolata di appena un giorno abbandonata sul ciglio della strada dentro un sacco per l’immondizia

Hanno risposto decine di persone all’appello lanciato dal comune di Sennori per salvare una cucciolata di appena un giorno abbandonata sul ciglio della strada dentro un sacco per l’immondizia. Ieri mattina due cittadini hanno rinvenuto i cuccioli abbandonati; una corsa contro il tempo per salvarli, grazie anche al comando dei carabinieri e dei vigili urbani che li hanno portati nella casa comunale. Dopo poche ore è stato lanciato un appello, tramite la pagina ufficiale del comune di Sennori, per allattare i cuccioli. In tanti hanno risposto, anche da Torino, e diversi volontari, armati di biberon, coperte, cotone, latte e tanta pazienza, si sono resi disponibili per allattare i cuccioli sfortunati ogni tre ore. “Dopo una lunghissima giornata passata al telefono e che ha visto impegnate  forze dell’ordine e tanti volontari  – scrive Nicola Sassu, sindaco di Sennori – finalmente si è giunti ad una soluzione, purtroppo ancora  temporanea. Sono appena tornato da Sassari e grazie ad una volontaria i cuccioli verranno allattati ogni 3 ore e seguiti 24 ore su 24 sino allo “svezzamento”. Ringrazio i Carabinieri, i Vigili urbani e i Barracelli per la preziosa collaborazione e le volontarie per la disponibilità e l’amore dimostrato verso gli animali”. Una piaga che sembra non avere proprio fine quella che riguarda l’abbandono e il maltrattamento degli animali e che interessa ogni territorio dell’isola. Le segnalazioni, infatti, che giungono sono molteplici e, spesso, sono proprio gli esemplari più piccoli a farne le spese maggiori.


In questo articolo: