Sarroch, niente spiaggia day a Perd’e Sali: “Il Comune preferisce mandare i ragazzini a Pula”

“L’amministrazione comunale ha previsto di organizzare il servizio a Nora per circa 50 mila euro”, attacca l’opposizione, “questa decisione ha destato sgomento e incredulità per la scelta dell’ubicazione. L’iniziativa poteva essere realizzata a Perd’e Sali a costi decisamente inferiori”

Niente spiaggia day nel litorale di Sarroch. “Il Comune preferisce Pula”, l’attacco è dell’opposizione in consiglio comunale che qualche giorno fa ha discusso una mozione (firmata da tutti i consiglieri di minoranza), sul servizio Spiaggia Day per l’anno 2022.

“L’amministrazione comunale quest’anno ha previsto di organizzare il servizio presso la spiaggia di Nora per un costo preventivato di circa 50 mila euro”, si legge nel documento, “questa decisione ha destato sgomento e incredulità per la scelta dell’ubicazione, per il costo dell’iniziativa, per la fascia di età dei ragazzi (dagli 11 ai 14 anni) e per la quota di contribuzione prevista a carico degli utenti.

Compito di ogni amministrazione è investire le proprie risorse affinché venga valorizzato il proprio territorio. L’iniziativa poteva essere realizzata nel litorale di Perd’e Sali a costi decisamente inferiori e con un investimento che avrebbe portato benefici non solo per i partecipanti ma per i tanti cittadini che frequentano il litorale.

Tra le motivazioni, poco credibili della maggioranza”, dichiarano i consiglieri, “ci sono la mancanza del Pul (piano di utilizzo dei litorali) che non risulta approvato anche in altri Comuni presso i quali si svolge il servizio di Spiaggia Day, l’affermazione preoccupante nella quale hanno sottolineato che i ragazzi di Sarroch preferiscono recarsi a Pula anziché nel loro territorio, e la mancanza di infrastrutture nelle nostre spiagge presso le quali si è sempre svolto il servizio. La mancanza di infrastrutture è solo un pretesto per evidenziare l’incapacità di programmare gli interventi in quanto il Bilancio di previsione è stato approvato senza prevedere nessuna risorsa per lo svolgimento del servizio sul litorale di Perd’e Sali.

Negli anni passati il servizio si è sempre svolto nel nostro territorio a costi decisamente inferiori”, conclude, “coinvolgendo anche la fascia di età che va dai 6 ai 10 anni (che oggi è rimasta esclusa dal servizio) in quanto abbiamo sempre ritenuto che devono essere intraprese iniziative che favoriscano l’integrazione sociale, culturale e sportiva di tutti.”

 

 


In questo articolo: