Quartu, otto milioni di euro per le opere pubbliche: scuole, impianti sportivi e spiaggia del Poetto

Dalle scuole agli impianti sportivi, sino alla riqualificazione del Poetto
Molti lavori potranno iniziare già alla metà del mese di giugno
L’Assessore ai Lavori Pubblici Piero Piccoi: “Lavori importanti 
per la città e per il rilancio economico del settore Costruzioni”

In tutto 8 milioni di euro disponibili per la messa a norma di impianti ed edifici scolastici e per la riqualificazione del litorale Poetto. Anche durante il periodo di emergenza sanitaria per Coronavirus gli uffici dei Lavori Pubblici hanno proseguito fattivamente a svolgere il loro lavoro per finalizzare la programmazione dell’Amministrazione Comunale: dagli edifici scolastici alle palestre, dagli impianti sportivi fino alla fascia retrodemaniale del lungomare Poetto.

Quasi due milioni sono pronti ad essere investiti sulle scuole grazie ai finanziamenti ottenuti con il programma Iscol@ 2017. I lavori di adeguamento normativo e messa in sicurezza nei plessi scolastici di via Palestrina, via Firenze, via Bach e via Tiziano sono prossimi al via. Con la regolarizzazione contrattualistica si potranno avviare i cantieri entro la metà del mese di giugno. Per il plesso di via Turati è stata già espletata la gara e aggiudicati in via provvisoria i lavori A seguito dell’esito delle verifiche dei requisiti dichiarati in fase di gara si potrà procedere alla stipula del contratto e all’avvio del cantiere. Sempre nell’ambito della stessa programmazione è corso l’iter per l’affidamento diretto dei lavori, a seguito di procedura comparativa, nella scuola di via Sant’Antonio.

Grazie ai finanziamenti della Città Metropolitana si potrà procedere, con quasi 500mila euro, alla messa in sicurezza ed adeguamento normativo del plesso scolastico di via Praga-via Perdalonga e con altri 500mila euro alla palestra di via Monsignor Angioni. Per entrambe le strutture è stata espletata la gara per l’individuazione dei progettisti ed entro i primi di giugno sarà possibile aggiudicare in via definitiva il servizio di ingegneria.

Inoltre la settimana prossima riprenderanno i lavori nella palestra della scuola di via Foscolo, interrotti sino ad oggi a causa del fallimento dell’impresa aggiudicataria. La conclusione dell’intervento permetterà agli alunni di riutilizzare la palestra già all’inizio del nuovo anno scolastico.

Sempre con risorse della Città Metropolitana potranno essere messi a norma altri due fondamentali impianti sportivi comunali: il Palazzetto dello Sport di via Beethoven e il Velodromo, che per le loro caratteristiche e la loro destinazione d’uso sono strategici per tutta l’area vasta. Per ciascuna delle strutture la cifra destinata è di 1 milione di euro: per il primo è previsto un adeguamento funzionale che permetterà un completo utilizzo, per diverse discipline sportive, dal calcio a 5 al basket, sino alla pallavolo e alla ginnastica; il Velodromo, già punto di riferimento dell’attività ciclistica quartese, potrà tornare a disposizione della stessa con una valenza sportiva che potrà andare oltre i confini comunali, essendo per la disciplina l’unico impianto presente in Sardegna. Anche per queste due strutture è stata espletata la gara per l’affidamento dei servizi di ingegneria e con la firma delle convenzioni si potrà procedere con la fase progettuale.

Infine, ma non certo in ordine di importanza, ci sono 3 milioni finanziati sempre dalla Città Metropolitana da utilizzare per la riqualificazione della fascia retrodemaniale dell’area Poetto. È infatti in fase di completamento la redazione del documento preliminare alla progettazione, propedeutico all’espletamento della gara per l’individuazione dei progettisti. Si tratta di un intervento che valorizzerà le nostre risorse naturali e garantirà maggiore vivibilità ai quartesi, incrementando ulteriormente l’appeal turistico di Quartu. Questo farà seguito ai quasi 800mila euro investiti dall’Amministrazione nel rifacimento di tutta l’illuminazione della pista ciclopedonale e della passeggiata del lungomare.

“Nonostante il periodo di emergenza epidemiologica gli Uffici, in lavoro agile, hanno proseguito proficuamente l’attività lavorativa relativa alle opere pubbliche programmate – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Piero Piccoi -. La ripresa dei cantieri sospesi e l’apertura di nuovi contribuirà al rilancio economico del settore delle Costruzioni. Ovviamente garantendo sempre in cantiere la massima sicurezza, in ottemperanza alle nuove prescrizioni dovute al Covid-19. È importante che le Amministrazioni centrali adottino misure necessarie a dare impulso a nuove opere pubbliche tali da rimettere in moto il comparto dell’edilizia, fondamentale per la ripresa economica, creando ricadute positive sia per l’occupazione che per la filiera delle costruzioni” conclude l’esponente della Giunta Delunas.


In questo articolo: