Percepivano indebitamente aiuti comunitari per l’agricoltura: due denunce a Bosa

Recuperati oltre 30mila euro di contributi e segnalate due persone alla Procura regionale della Corte dei Conti

La Guardia di Finanza di Bosa Marina ha concluso un accertamento su contributi indebitamente percepiti quali aiuti comunitari all’agricoltura. L’azione svolta dai militari della Tenenza di Bosa Marina ha consentito di rivelare il meccanismo fraudolento adottato da due soggetti per richiedere contributi pubblici all’A.G.E.A. (Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura), organismo nazionale deputato all’erogazione degli aiuti che l’Unione Europea finanzia per sostenere la produzione agricola dei paesi della Comunità.

Gli accertamenti delle Fiamme Gialle bosane, fondati sull’esame della documentazione reperita nel corso del controllo effettuato, hanno consentito di accertare la natura “simulatoria” dei contratti di affitto stipulati tra i due soggetti ed alcuni proprietari agricoli. Sulla base dei riscontri investigativi, che hanno determinato la non coerenza dei requisiti indispensabili per ottenere i finanziamenti comunitari erogati dall’Agenzia, i due soggetti sono stati segnalati ad AGEA per l’attivazione delle procedure di recupero di quanto indebitamente ricevuto e denunciati alla Procura Regionale della Corte dei Conti di Cagliari per i conseguenti provvedimenti finalizzati a contestare il conseguente danno erariale.

L’operazione si inquadra in un più ampio contesto di prevenzione disposto dal Comando Provinciale di Nuoro a contrasto del fenomeno delle frodi nei settori delle contribuzioni pubbliche.