Ovodda, Sagra de Su Pitzudu e Colores de beranu

La festa dei colori e dei sapori

La festa dei colori e dei sapori. Cento paesi riuniti a Ovodda, per dare vita alla più imponente sfilata di costumi tradizionali provenienti da ogni parte dell’isola. Un’alternanza cromatica di appartenenze, nel segno di un progetto che delinea con maggiore forma e forza i ritmi dell’identità. La manifestazione “Colores de beranu”, presentata da Giuliano Marongiu e Roberto Tangianu, farà tappa nel piccolo centro barbaricino domenica 8 giugno alle ore 17.00, nel contesto della Sagra de su pitzudu, piatto tipico locale, che apre le porte alle 9 del mattino con l’inaugurazione della Fiera mercato alla quale partecipano oltre quaranta espositori. L’evento, organizzato dal Centro Commerciale Naturale, il Comune, la Proloco e il Consorzio Bim Taloro, oltre a valorizzare i prodotti dell’agro alimentare con degustazioni per tutti, offre i suoi spazi anche all’arte e all’artigianato, a mostre e spettacoli itineranti, a gruppi folk, musicisti, cori polifonici e canti a tenore. Il cartellone è ricco di appuntamenti. Alle 10.00, nell’aula consiliare del Comune, l’Accademia italiana della cucina promuove un convegno enogastronomico sui cibi e sapori della Barbagia antica. La Sagra de Su Pitzudu entra nel vivo con la degustazione del buonissimo piatto tipico per poi lasciare spazio all’invasione di suoni e colori di tutta la Sardegna. 


In questo articolo: