Monserrato, le telecamere sparse in città non lasciano scampo: “Arrestati vari topi d’appartamento”

Furti nelle case, auto danneggiate o incendiate e “furbetti” degli incidenti stanati da 66 occhi elettronici. Il sindaco Locci: “Così garantiamo la sicurezza dei nostri cittadini”

L’occhio elettronico anche per individuare i “topi d’appartamento” a Monserrato: sono 66 le telecamere presenti in città, grazie alle quali, negli ultimi mesi, si è risalito agli autori di diversi crimini. Posizionati in vari punti strategici della città, i sistemi di videosorveglianza sono stati determinanti per le attività investigative e d’indagine svolte nell’ultimo periodo dalle forze di polizia e dalla polizia locale: danneggiamenti di auto, atti di vandalismo ma anche furti in appartamenti e reati predatori. Sono in totale 66 le telecamere, comprese le 11 entrate in funzione di recente e collocate anche nei nuovi parchi cittadini inaugurati la settimana scorsa. “Sono state posizionate in punti strategici – spiega il sindaco Tomaso Locci – come nei parcheggi dell’ex aereoporto, nel parcheggio di fronte al Comparto 7 in punti che venivano poco utilizzati in quanto si aveva un po’ paura e per essere poi aggiunte in zone come via Riu Mortu che è trafficata anche dal punto di vista commerciale. Si continua con quella filosofia della sicurezza per i cittadini e della prevenzione. Grazie alle telecamere sono stati assicurati alla giustizia gli ultimi soggetti che hanno commesso dei reati nella nostra città”.
Si sono rivelate di fondamentale importanza nell’identificazione di soggetti di veicoli che si sono dati alla fuga dopo aver causato un incidente stradale e per l’attività di vigilanza ambientale per la quale la Polizia Municipale, guidata dal comandante Massimiliano Zurru, può contare su altre 20 fototrappole e di un sistema evoluto denominato e-killer, ossia telecamere mobili a batteria dedicate, in particolar modo, al contrasto dell’abbandono dei rifiuti. “Sono orgoglio per il lavoro che stiamo portando avanti con tutto il time, con il nostro Sindaco Tomaso Locci, dove si punta ad avere una Monserrato più sicura. Un sistema nato nel 2017 – spiega il presidente della commissione viabilità e traffico e sicurezza urbana Saverio De Roma – che si continua a portare avanti per la salvaguardia dei nostri cittadini. Nel nostro territorio sono stati scoperti numerosi reati, tra cui atti vandalici su auto a seguito di incendi, atti vandalici su numerose autovetture, vari reati contro il patrimonio, incidenti con feriti in cui i coinvolti si sono dati alla fuga, abbandono di rifiuti. Mi congratulo per il lavoro proficuo che porta avanti quotidianamente il Comandante Massimiliano Zurru Massimiliano con tutto il comando”.


In questo articolo: