Monserrato, la doppia beffa: “Officina svaligiata e auto incendiata, siamo disperati”

Prima il maxi furto, poi la Fiat Punto data alle fiamme nelle campagne della Ss 387. L’amarezza di Cristian Dessì: “L’auto era di una cliente, adesso ci toccherà risarcirla con tremila euro. Non abbiamo tutti questi soldi, aiutateci”

Non si sono accontentati di fare razzia di cacciativi, bussolotti, smerigliatrici, macchinette per lucidare le carrozzerie e pistole per verniciare, i ladri che hanno svaligiato l’officina di Giampaolo Dessì, meccanico 63enne di Monserrato. No: hanno anche portato via una Fiat Punto grigia di proprietà “di una cliente”. La vettura, purtroppo, “è stata incendiata nelle campagne ai bordi della Statale, vicino al passaggio a livello”, spiega il figlio del meccanico, Cristian. Una beffa nella beffa: le fiamme hanno incenerito tutta la vettura, riducendola ad un ammasso di lamiere e cenere. Impossibile, anche per il meccanico più bravo al mondo, poterla “salvare”. Il furto di materiali e automobile è avvenuto tre giorni fa, e la coppia di meccanici aveva lanciato un appello proprio su Casteddu Online: “I danni superano i diecimila euro, non siamo assicurati e siamo in ginocchio”. Adesso, dopo il rogo dell’auto, sono finiti completamente per terra: “Dovremo risarcire la nostra cliente, serviranno almeno tremila euro. Soldi che, lo dico senza problemi, al momento non abbiamo”, spiega, sconsolato, Cristian Dessì.

E allora, il giovane decide di lanciare un sos: “Se c’è qualcuno che possa aiutarci a raggiungere la quota di tremila euro sarebbe perfetto. Io e mio padre siamo lavoratori onesti, lui si è sudato ogni singolo cacciavite che gli è stato rubato. Chiunque possa aiutarci può chiamare al +393925013818”.


In questo articolo: