Maracalagonis, il Grig denuncia: “Corsi d’acqua inquinati e maleodoranti”

A Maracalagonis, centro dell’area vasta cagliaritana, i residenti lamentano la presenza di miasmi maleodoranti che derivano da quanto scorre nel Rio Cortis e nel Rio Pardu.

Maracalagonis, il Grig denuncia: “Corsi d’acqua inquinati e maleodoranti”.

“No, non siamo in un qualche villaggio del terzo mondo e, per fortuna, non vi sono comparabili problematiche di natura igienico-sanitaria.

Tuttavia, la situazione non è delle migliori e si sa da tempo.

A Maracalagonis, centro dell’area vasta cagliaritana, i residenti lamentano la presenza di miasmi maleodoranti che derivano da quanto scorre nel Rio Cortis e nel Rio Pardu.

Non sono solo i residenti a farlo presente, ma è lo stesso Servizio Igiene e Salute Pubblica dell’ATS Sardegna ad aver accertato “la presenza di uno scarico canalizzato di liquami fognari a cielo aperto nell’argine del Rio Cortis, in prossimità dell’intersezione fra la Strada Provinciale 18e la Via Ciusa – Maracalagonis. Un secondo scarico fognario invece localizzato fra le vie Oristano e Nuoro immette in un pozzetto con griglia destinato alla raccolta delle acque piovane che vanno a confluire sempre nel suddetto Rio”

Il Comune di Maracalagonis ne sarebbe già stato edotto fin dall’agosto 2020, senza esito finora.

I sopralluoghi effettuati dal Servizio Igiene e Salute Pubblica dell’ATS Sardegna in data 28 agosto 2020 e 15 aprile 2021 hanno portato a rilevare “ammassi di rifiuti, folta vegetazione infestante e la esalazione di cattivi odori” lungo il Rio Pardu e il Rio Cortis: quest’ultimo, “oltre a corrispondere corpo recettore per le acque di scarico in uscita dall’impianto di depurazione comunale, senza escludere il possibile riversamento di altri scarichi abusivi occultati nei tratti ammantati dalla superficie coprente, lo è anche per un scarico secondario grezzo, odoroso, di grossa cacciata, ubicato in corrispondenza dell’intersezione con la S.P. 15”.

L’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico (GrIG) ha, quindi, inoltrato una specifica istanza di accesso civico. Informazioni ambientali e adozione degli opportuni interventi di messa in sicurezza igienico-sanitaria e disinquinamento (artt. 242 e 250 del decreto legislativo n. 152/2006 e s.m.i.), coinvolgendo l’A.R.P.A.S., il Comune di Maracalagonis, il Servizio Igiene e Salute Pubblica dell’ATS Sardegna, i Carabinieri del N.O.E., il Corpo Forestale e di Vigilanza Ambientale e informando la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

Il GrIG auspica interventi rapidi per evitare l’ulteriore deterioramento della situazione ambientale e igienico-sanitaria”.


In questo articolo: