L’originale scultura rock alta quattro metri nel cuore di Maddalena Spiaggia, per accogliere Sant’Efisio

Verrà inaugurata il prossimo primo maggio, presentata al pubblico saluterà il passaggio del cocchio di campagna de su Martiri Gloriosu diretto verso la chiesa a lui intitolata. Ecco come è nata l’idea e l’intervista agli artisti Luigi Ignazio Cappai, Antonello Pilittu, Barbara Ardau, Jennie Humpries realizzata da Gianfranco Carboni

Attendendo il passaggio del Martire Guerriero lavorano la pietra dallo scorso primo febbraio, il progetto è una scultura alta quattro metri. I cinque artisti sono: Luigi Ignazio Cappai, Antonello Pilittu, Barbara Ardau, Jennie Humpries. Operano martellando la pietra – presso la Maddalena Spiaggia – che diviene giorno per giorno l’opera tridimensionale pensata. Appeso all’impalcatura, in cui svetta un cartello “siamo con i pastori sardi”, Mimmo Di Caterino il quinto degli artisti – che con ostinazione immensa si batte per l’istituzione dell’Accademia delle belle Arti – dice: “Per noi rappresenta l’accademia nuragica, il nostro lavoro saluterà il Santo celebrando i guerrieri della cultura nuragica in nome del Santo Martire Guerriero, creando una connessione ideale con la Sardegna precristiana e cristiana”.

Verrà inaugurata il prossimo primo maggio, presentata al pubblico saluterà il passaggio del cocchio di campagna de su Martiri Gloriosu diretto verso la chiesa a lui intitolata. Per la festa di Sant’ Efisio, patrono di Capoterra, verrà inaugurata dal sindaco Francesco Dessì, orgoglioso dell’opera che non sarà la sola che abbellirà le piazze e le strade della cittadina. In effetti che dire se non che è una stupenda idea, i nostri complimenti all’amministrazione ed agli artisti per l’opera rock.

Gianfranco Carboni


In questo articolo: