Linus, il cagnetto sparato a Sestu con pallini di piombo: “Ora è cieco, anche se non prova dolore”

LA SCOPERTA AGGHIACCIANTE- “La crudeltà umana non ha limiti. Quella che vedete è la radiografia del cranio di Linus. I puntini bianchi sono pallini di piombo. Ora è cieco ma non prova dolore. È docile, protetto dalle mani amorevoli dei volontari del rifugio Amico Mio Onlus di Sestu”

“La crudeltà umana non ha limiti. Quella che vedete è la radiografia del cranio di Linus. I puntini bianchi sono pallini di piombo. Ora è cieco ma non prova dolore. È docile, protetto dalle mani amorevoli dei volontari del rifugio Amico Mio Onlus di Sestu”. Una scoperta agghiacciante. Francesco Desogus su Fb pubblica la foto choc del povero cagnetto sparato e la sua radiografia, rilanciando il post dei bravissimi volontari del rifugio: “E poi arrivano quelle scoperte che non vorresti mai fare… scoperte che fanno male al cuore solo a pensarci 😔💔 Quanto può essere spietata una persona per fare una cosa del genere?Oggi Linus è stato visitato dai veterinari specialisti per gli occhi, come potete vedere dalla lastra è stato sparato nel muso e presenta il cranio pieno di pallini😰😰 Linus non potrà più tornare a vedere. Nonostante questo, lui non prova dolore o fastidio, anzi è sempre molto felice, si orienta benissimo con l’olfatto, adora tutti i cani ed è dolcissimo con le persone emblema di resilienza e forza, la forza di recuperare la fiducia nonostante il grave trauma subìto! Siamo onorati di poterci prendere cura di te creatura speciale”, le parole commoventi dei ragazzi del rifugio di Sestu.


In questo articolo: