La ricostruzione del disastro Moby Prince va in scena con i Medas

Domenica 29 maggio alle 21 sul palcoscenico dei Fratelli Medas lo spettacolo che ricostruisce il disastro Moby Prince 

 Dopo i grandi consensi dello scorso anno e del mese scorso ecco che Domenica 29 Maggio alle ore 21 sul palcoscenico del TEATRO FRATELLI MEDAS ci sarà la replica di CANALE 16 – Moby Prince, DI Gl Medas, lo spettacolo di storytellig che, basandosi solo su prove certe, e senza alcuna forzatura, ricostruisce nel dettaglio cosa successe quella notte del 10 Aprile.  Con Gianluca Medas storyteller ci sarà l’esibizione di Alberto Sanna, autore di una canzone originale tra l’altro bellissima. Le voci che reciteranno quelle rtrovate nella registrazione del canale 16 saranno di EMANUELE PISANO, DAVIDE TOMBA, MATTIA MURGIA, EMMENUELE PISANO, ALESSIO ALIAS.  

 

Domenica 29  Maggio 

Figli d’Arte Medas

CANALE 16 – Moby Prince 

con Gianluca Medas – Alberto Sanna

e con Mattia Murgia, Mauro Sollai, Emanuele Pisano 

 

SINOSSI

sono le 22,03 del 10 aprile 1991, il Moby Prince diretto Olbia è appena uscito dal porto di Livorno. A bordo del traghetto 65 uomini dell’equipaggio agli ordini del Comandante Ugo Chessa e 75 passeggeri. Poco più in la, in rada, alla destra della rotta di navigazione, all’interno di un perimetro neutro, la petroliera Agip Abruzzo, che contiene circa 2700 tonnellate di petrolio. È una serata come tante.  Più in fondo a sinistra riposa una altra petroliera, la Agip Napoli.  Nella sala ricezione il Canale 16, quello dedicato alle emergenze, registra, per un esperimento, tutto ciò che accade in rada. Sono le 22:25, il marconista di bordo del Moby lancia il Mayday dal VHF portatile, e non dalla postazione radio. Cosa assai strana. Subito dopo anche l’Agip Abruzzo lancia il suo Mayday. I due allarmi non si sa per quale motivo non vengono  associati fra loro. A causa di questo scontro sul traghetto passeggeri si sviluppa un incendio che causa la morte di 140 persone tra  equipaggio e passeggeri. Unico sopravvissuto è un giovane mozzo; il napoletano Alessio Bertrand.  Dal giorno dopo si cerca di capire cosa è successo ma ecco che si verificano una serie di misteri che solo grazie ad una registrazione fortunosa sul Canale 16 possiamo raccontare che tuttavia non chiariscono completamente ciò che è successo quella notte nel porto di Livorno creando nell’opinione pubblica una inquietudine che ancora oggi non accenna a diminuire .Questo spettacolo fa parte di un gruppo di quattro storytelling, realizzati nel 2015 in collaborazione con il corso di Laurea di Scienze della comunicazione, utilizzando differenti tecniche mischiandole fra di loro; il video, il reeding, la narrazione, la musica. Si tratta di un percorso assolutamente sperimentale nella sua costruzione senza rinunciare alla trasmissione cdel messaggio. 

Lo spettacolo CANALE 16 si avvale della presenza del narratore Gianluca Medas, e di  Mattia Murgia, Davide Tomba, Emanuele Pisano, Alessandro Curreli, che interpreteranno le voci registrate sul Canale 16.  Le canzoni dal vivo saranno eseguite  da da Alberto Sanna, immagini. Il video è stato realizzato da  Fabio Macis  



In questo articolo: