La continuità territoriale? Un disastro: parola dell’assessore al Turismo Chessa

Chessa non usa mezzi termini e incalza giunta e Solinas: “La continuità territoriale per la Sardegna è un dramma da una vita, dobbiamo trovare vie alternative perché quelle percorse finora sono state una barriera e non riusciamo a uscirne”.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

La continuità territoriale? Un disastro. E a dirlo non è l’opposizione ma un esponente della giunta regionale, l’assessore al Turismo Gianni Chessa, che lo dice senza giri di parole e senza mezzi termini: inutile programmare eventi e stagioni se poi non ci sono collegamenti adeguati, il modello seguito finora si è dimostrato fallimentare e dunque va ripensato completamente.

“È inutile programmare tanti eventi in Sardegna se poi la gente trova una barriera, il mare, e non può arrivare perché non ci sono i collegamenti, e non si può arrivare a fine stagione senza una programmazione”, dice Chessa durante la presentazione della stagione invernale di Ryanair.  “Non mi occupo di trasporti ma cerco di sensibilizzare tutta la Giunta e il presidente: la continuità territoriale per la Sardegna è un dramma da una vita, dobbiamo trovare vie alternative perché quelle percorse finora sono state una barriera e non riusciamo a uscirne”.

Intanto, dopo le dimissioni di Giorgio Todde della Lega, la casella dell’assessorato ai Trasporti è ancora scoperta, in attesa del rimpasto annunciato da Solinas.

 

 

 


In questo articolo: