Hascisc nascosto tra i cuscini trasportati sul camion, colpo grosso della polizia sulla 554: due arresti

Settantacinque chili di droga trasportati dentro un camion a Monserrato, in manette un quartese e un campano. Il valore dell’hascisc sequestrato sfiora i seicentomila euro. ecco tutti i dettagli dell’operazione della polizia e i nomi degli arrestati

Settantacinque chili di hascisc, suddiviso in 750 panetti, tutti nascosti dentro un camion. Colpo grosso della polizia di Cagliari: quello che doveva essere un semplice controllo ad un Iveco Daily si è trasformato in un maxi sequestro di droga. A finire in manette Carmine Aquila, nato 59 anni fa a Nola, in Campania, e C.D., nato nel 1972 a Cagliari e residente a Quartu Sant’Elena (quest’ultimo è stato poi liberato perchè risultato “estraneo ai fatti”). I due sono stati fermati per un normale controllo, venerdì scorso, sulla Statale 554 all’altezza di Monserrato. I poliziotti si sono insospettiti, quando hanno visto il loro furgone, un Iveco Daily, “vecchio e malmesso. Dentro il veicolo c’erano cuscini e materassi privi delle classiche bolle di carico. Il campano e il quartese, quest’ultimo alla guida del mezzo, hanno iniziato ad innervosirsi”, spiega Massimo Imbimbo, dirigente della squadra volante. “La droga era nascosta tra i cuscini e così, quello che sembrava essere un semplice problema di natura amministrativa si è trasformato in ben altro”. Cioè in due arresti per droga. Settantacinque i chili di hascisc trovati e sequestrati, suddivisi in settecentocinquanta panetti.

 

“I due arrestati hanno cercato di impedire i controlli, sono stati gli uomini della squadra narcotici a scoprire l’hascisc, del valore di circa seicentomila euro. Probabilmente era destinato al mercato dello spaccio quartese. Ci sono i presupposti per pensare che si tratti di un trasporto ‘di copertura’, entrambi hanno dei precedenti. Aquila sempre per reati di droga, datati nel tempo, mentre il 47enne quartese (poi liberato nella mattinata odierna, ndr) per rissa”.