Festival Tuttestorie, il programma di sabato

TANA! Racconti, visioni e libri per case e cose da abitare

Un weekend all’insegna dei più piccoli e non solo. Sabato 5 ottobre nel Centro comunale Exmà di Cagliari prosegue l’8° Festival Tuttestorie di Letteratura per Ragazzi “TANA! Racconti, visioni e libri per case e cose da abitare”.

Il più atteso appuntamento della giornata è in programma al Cinema Odissea: alle 17,30 verrà proiettato il film d’animazione “Azur e Asmar” e a seguire bambini e adulti incontreranno il regista Michel Ocelot. La partecipazione è gratuita e libera sino ad esaurimento dei posti disponibili.

Oltre a Cagliari il Festival è in corso di svolgimento, sino al 9 ottobre nei comuni di Assemini, Carbonia, Decimomannu, Elmas, Gonnesa, Mogoro, Posada, Quartu Sant’Elena, Ruinas, Samassi, Serramanna, Villasor, Decimoputzu, Norbello, Sant’Antioco, Serrenti, Siliqua, Vallermosa, Villaspeciosa.

Ideato e organizzato da Cristina Fiori, Manuela Fiori e Claudia Urgu, fondatrici della Libreria per Ragazzi Tuttestorie, con la collaborazione dello scrittore Bruno Tognolini, il festival è presieduto dallo scrittore David Grossman.

PROGRAMMA  SABATO  5 OTTOBRE

Tantissimi incontri tutta la mattina con classi provenienti da tutta l’isola.

Nella Sala Zizù alle 16 e alle 17,15 la compagnia Nuvoleintasca  porterà al festival “Nuvole e case”, spettacolo per bambini da 2 a 5 anni: un modo leggero per affrontare, attraverso il potere evocativo del teatro e la poesia della musica, il tema della casa, da sempre sinonimo di sicurezza e protezione. In scena le attrici Monica Barbato e Serena Cazzola, con le scenografie e i costumi di Agnese Meroni e le musiche dal vivo di Federico Timeus.

Alle 17 giocolerie, magie comiche e filastrocche in “Casa cos’è?” con Massimiliano (Jully) Maiucchi. Alle 18 due incontri con alcuni fra i più amati autori per ragazzi: Pierdomenico Baccalario racconterà ai ragazzi dai 10 anni “La vera storia di Capitan Uncino”, mentre Guido Quarzo e Anna Vivarelli proporranno il racconto inedito “Tre case e una tana”, lettura a due voci per bambini dai 7 anni. Alle 18,30 triplo appuntamento con la narrazione: Stefano Bordiglioni e Andrea Bouchard, scrittori-maestri alla chitarra con “Traslochi di parole. Dal libro alla canzone”, storie e letture che si trasformano in canzoni cantate insieme al pubblico in una sfrenata creazione collettiva che si sa come comincia, ma non come finisce; “Giufà e la sua banda di amici”, con Carlo Carzan e Sonia Scalco, gioco, ingenuità e divertimento per far rivivere il racconto orale in un “cunto” che si rinnova; “Nel bosco della Baba Jaga”, fiabe russe narrate da Luigi Dal Cin, scrittore curatore di questa nuova raccolta vincitrice del Premio Andersen 2013 come “Miglior libro dai 6 ai 9 anni”.

Il Babbo Parking raddoppia. Alle 19,00 “Io sono il cielo che nevica azzurro”: la scrittrice  e poetessa Giusi Quarenghi racconta le case della  sua infanzia intervistata da Vittoria Negro. L’incontro delle ore 21,00 sarà dedicato ai temi della scuola: “Ultimo banco. La scuola dalla parte dei più deboli nel dialogo fra due insegnanti-scrittori”.  Marco Lodoli si confronterà con Eraldo Affinati che presenterà  il suo ultimo libro Elogio del ripetente (Mondadori), una riflessione autobiografica sugli adolescenti, sulla scuola e le sue difficoltà raccontate dal  punto di vista di colui che fallisce e proprio per questo può aiutarci a capire cosa non ha funzionato. L’incontro è organizzato in collaborazione con il Circolo dei Lettori Miele Amaro.

Parallelamente proseguono i laboratori e le tante attività con Stephanie Blake, Fulvia Degl’ Innocenti, Francesca Amat, Silvia Bonanni, Arianna Sedioli, Carlo Carzan, Marco Peri Cultarch e Revolvèr, Nicoletta Gramentieri, Agnese Meroni, Emanuele Ortu e Evelise Obinu. I saluti sono affidati a Mongeta E Tzintzigò azioni teatrali di  Maria Loi e Fabio Marceddu.