Emanuele Licheri, il principe sardo del Subbuteo che non tramonta

Finalmente un sardo nella Nazionale: ecco la sua storia

Gli azzurri della nazionale di Subbuteo calcio da tavolo rientrano dai mondiali di Madrid con 9 titoli su 12. Tra loro è presente anche il sardo Emanuele Licheri che negli assoluti raggiunge gli ottavi di finale dopo essersi classificato secondo dietro al campione in carica Carlos Flores nel girone di qualificazione e, a sorpresa, sconfitto ai sedicesimi il vice-campione mondiale Massimiliano Nastasi per 2-1 al golden goal. La sua corsa si è arrestata appunto agli ottavi contro un altro italiano: Daniele Bertelli vince con il risultato di 1-0.

Nella Nazionale la presenza di un sardo è una novità assoluta in questa edizione e Licheri contribuisce alla vittoria finale scendendo in campo per due volte sulle cinque partite totali senza mai perdere: una vittoria e un pareggio.

L’Italia, dopo aver sconfitto ai quarti l’Austria e in semifinale il Belgio, riconquista il titolo battendo in finale i campioni in carica della Spagna per 2-1.

Otre alla vittoria della squadra open contro gli spagnoli, gli azzurri hanno vinto nella categoria veteran contro il Belgio per 3-1. Gli under 12 e 15 hanno vinto entrambe con rotondo 4-0 con i pari età della Spagna mentre gli under 19 hanno perso in finale contro il Belgio.

Nelle categorie individuali da segnalare i successi di Massimo Bolognino (oro veteran), Luigi Di Vito (under 19), Claudio Panebianco (under 15) e Claudio La Torre (under 12). Sfugge per un soffio il titolo open (Saverio Bari perde in finale) e nell’individuale femminile la milanese Forlani si arresta in semifinale.

Ma, con 9 vittorie sulle 12 totali, si può tornare a casa più che soddisfatti.


In questo articolo: