Deidda (Fdi): “Silenzio di Boccia e Governo su vergognosa vicenda BioParco Roma: sardi lasciati fuori, ci aspettiamo le scuse”

Il deputato di Fdi annuncia una interrogazione parlamentare: “Quanto accaduto a Roma, con una famiglia sarda che gli sarebbe stata impedita l’accesso al BioParco di Roma, conferma quanto da tempo stiamo denunciando ossia il silenzio del Governo, con il Ministro Boccia e i colleghi, sul vergognosa comportamento della Regione Lazio che accosterebbe la Sardegna a Grecia, Spagna e Malta”

Deidda (Fdi) all’attacco: “Silenzio di Boccia e Governo su vergognosa vicenda BioParco Roma: sardi lasciati fuori, ci aspettiamo le scuse”.
Il deputato di Fdi annuncia una interrogazione parlamentare: “Quanto accaduto a Roma, con una famiglia sarda che gli sarebbe stata impedita l’accesso al BioParco di Roma, conferma quanto da tempo stiamo denunciando ossia il silenzio del Governo, con il Ministro Boccia e i colleghi, sul vergognosa comportamento della Regione Lazio che accosterebbe la Sardegna a Grecia, Spagna e Malta sui divieti d’ingresso dei cittadini provenienti da quelle nazioni con una chiara discriminazione verso la Sardegna” commenta Salvatore Deidda, deputato Fdi che dieci giorni fa si è visto approvare un ordine del giorno per mettere fine a queste discrimazione ed equiparare i controlli.
” Il Silenzio del Ministro Boccia verso la Regione Lazio guidata dal Segretario nazionale del PD Zingaretti grida vendetta. Ci aspettiamo le scuse del Sindaco Raggi e del Segretario PD Zingaretti e inoltre ci aspettiamo che il Ministro Boccia apra una istruttoria. Ci chiediamo come mai, in Sardegna, questa estate, sono potuti arrivare da Civitavecchia e Fiumicino tanti turisti provenienti da Ibiza o dalla Grecia, quando il Governo aveva previsto obbligatorietà dei controlli. Ancora una volta, l’incapacità del Ministro Boccia è manifesta. Ogni Regione va per conto suo mentre noi sardi chiediamo controlli uguali per tutti”.


In questo articolo: