Da Sorgono a Cagliari per protestare contro la mancanza del servizio pediatrico

Sit in promosso da Sos sanità Barbagia Mandrolisai e Coordinamento dei Comitati Sardi per la Sanità Pubblica presso la sede di ARES.


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Ieri è stato solo il primo presidio da parte di chi lotta veramente per i propri diritti, “iniziamo una nuova strategia, useremo la formula del sit in” hanno comunicato i principali promotori dell’iniziativa. Dalle parole sono passati ai fatti, senza troppa pubblicità o propaganda urlata attraverso i social: ciò a cui aspirano è avere il diritto di un pediatra per i piccoli cittadini del territorio. Una delegazione dei maggiori gruppi della Barbagia Mandrolisai, supportata dai membri del coordinamento regionale dei comitati e dagli studenti universitari che vivono a Cagliari si sono dati appuntamento innanzi alla sede Ares, “iniziamo una trattativa diretta, in particolar modo per avere rassicurazioni serie sulla ricerca del nuovo pediatra. Ci vedranno spesso da quelle parti, si tratterà di organizzare bene il nostro capitale umano.

Abbiamo tanti barbaricini a Cagliari e abbiamo alleanze con altri comitati, facciamo parte di un coordinamento regionale, se poi si uniscono anche i sindaci siamo in grado di dire che queste battaglie si possono vincere”. Un appello, insomma, e la volontà concreta di lottare per il proprio territorio al fine di ottenere ciò che più dovrebbe essere scontato e, invece, non è così.


In questo articolo: