Cultura, 25mila euro dalla Regione al Comune di Tempio per celebrare la figura di Fabrizio De Andrè

La Regione Sardegna stanzia anche 25 mila euro per il Comune di Ozieri l’organizzazione di eventi per ricordare Francesco Ignazio Mannu, autore dell’Inno ufficiale della Regione, con il componimento di “Su patriota Sardu a sos feudatarios”, meglio noto come “Procurade e moderare”

Approvate le iniziative celebrative   dedicate ai personaggi illustri che si sono particolarmente distinti e che hanno dato lustro alla Sardegna. Su proposta dell’assessore della Pubblica Istruzione, Andrea Biancareddu, sono state approvate le iniziative celebrative per ricordare la figura di Fabrizio De Andrè. Con un finanziamento di 25 mila euro al Comune di Tempio, saranno organizzati convegni, seminari e giornate celebrative, con concerti ed eventi canori che hanno come tema principale la produzione musicale e il rapporto profondo del cantautore ligure con la Sardegna.

“Un riconoscimento – ha spiegato l’assessore Biancareddu – nel ventennale della sua morte, per la grande figura di artista e di uomo orgoglioso che ha utilizzato nelle sue canzoni il gallurese e le tematiche legate profondamente al territorio e alla cultura sarda, facendola conoscere al di fuori dei suoi confini. De Andrè ebbe un legame fortissimo con la Sardegna tanto da scegliere Tampio Pausania come luogo ideale in cui vivere e lavorare insieme alla sua famiglia. Dove si sposò e dove nacque sua figlia.”

Un altro finanziamento di pari importo (25 mila euro), sempre su proposta dell’assessore Biancareddu, è stato concesso al Comune di Ozieri per l’organizzazione di eventi e di approfondimento per ricordare la figura di Francesco Ignazio Mannu, autore dell’Inno ufficiale della Regione, con il componimento di “Su patriota Sardu a sos feudatarios”, meglio noto come “Procurade e moderare”.


In questo articolo: