“Casa all’asta a Sinnai dopo una vita di lavoro, senza 133mila euro diventeremo senzatetto”

Il caso dell’abitazione di Paolo Vargiu e Tiziana Corona. Ex imprenditori, non hanno potuto onorare vari debiti: “Abbiamo ipotecato l’abitazione per mandare avanti le aziende, oggi non abbiamo più nulla. Tra 15 giorni, a cinquantasei anni”, spiega l’uomo, “salvo miracoli, finiremo per strada. Aiutateci”

La cifra da raggranellare è spaziale, 133mila euro per continuare ad avere un tetto sicuro sopra le loro teste. L’alternativa? “Diventare senzatetto, a cinquantasei anni”. Arriva da Sinnai l’ennesimo caso di una coppia in grossa difficoltà. Paolo Vargiu e l’ex moglie Tiziana Corona sono i proprietari di una casa in via Mariano V, 220 metri quadri con cantina e un giardinetto. Ex imprenditore lui, sempre al suo fianco, lavorativamente parlando, lei, contano i giorni che li separano dal 19 ottobre prossimo: “Ci sarà l’asta per la nostra abitazione”. Ma come si è arrivati a questo punto? “Ho avuto sei aziende che si sono occupate di edilizia e autotrasporti. Da imprenditore, ho messo un’ipoteca sulla casa per portarle avanti, ottenendo dei fidi dalla banca. Che, però, non ho mai potuto restituire. Il nostro calvario inizia nel 2008, poco dopo avere chiuso tutte le mie ditte per evitare ripercussioni peggiori. Oggi mi arrangio facendo qualche lavoretto”, racconta Vargiu. “Il prezzo di partenza dell’abitazione era di 839mila euro, oggi è sceso a 133mila.e stiamo cercando in ogni modo di avere i soldi per ricomprarla”.
I due non possono, per legge, partecipare all’asta: “Ma un nostro amico sì, ovviamente se ci sarà il denaro. Sappiamo che ci sono persone interessate all’acquisto, io e la mia ex moglie rischiamo, a 56 anni e dopo una vita di lavoro, di diventare dei senzatetto. Non ho vergogna, per fare impresa devi rischiare e, spesso, va male”, ammette l’uomo. Il countdown è già partito, lui e Tiziana lanciano un appello: “Aiutateci a ricomprare la nostra casa, è tutto ciò che abbiamo. Chiunque voglia donare può farlo utilizzando il seguente Iban: IT02A0101586010000070802371.


In questo articolo: