Carbonia al Pd con Pietro Morittu, centrosinistra avanti anche a Olbia ma sarà sfida all’ultimo voto 

Il candidato dem al 65,45% quando mancano solo quattro seggi alla fine dello spoglio. Navone ha superato Nizzi, ex medico personale di berlusconi alla quarta ricandidatura, finora sempre in vantaggio sull’avversario, dopo circa 5.000 schede scrutinate 

E’ praticamente ufficiale la vittoria al primo turno di Pietro Morittu (Pd) a Carbonia. Se il trend sarà confermato, non sarà necessario neanche il ballottaggio. Al momento, il candidato del Pd è al 65,4%, seguito da Luca Pizzuto al 22% (Articolo1, Movimento 5 Stelle e Partito Socialista) e Daniela Garau con il 12,6%. Mancano all’appello solo 4 seggi. E c’è stato un colpo di scena a Olbia, dove si sfidano all’ultimo voto l’uscente Settimo Nizzi sostenuto da una coalizione di centrodestra e Augusto Navone del centrosinistra. A 5.000 schede scrutinate, secondo dati ancora ufficiosi Navone avrebbe superato Nizzi, finora sempre in vantaggio, con il 50,35% dei voti (2.426 preferenze), mentre l’ex medico di Berlusconi è fermo al 49,65% con 2.392 preferenze. Al termine dello spoglio Olbia, nonostante sia un centro con molto più di 15mila abitanti, avrà il suo nuovo sindaco senza bisogno di ballottaggio: chi fra Navone e Nizzi prenderà un voto in più, sarà il nuovo sindaco. Si profila uno scontro all’ultima preferenza. 

 


In questo articolo: