“Cani abbandonati a Settimo, 7mila euro al canile e non alle famiglie in crisi per Coronavirus”

Cuccioli abbandonati nelle campagne di Settimo San Pietro e già trasferiti al canile, l’ira del sindaco Puddu: “Settemila euro che avremmo preferito utilizzare per le famiglie e imprese in difficoltà per l’emergenza Coronavirus, per colpa di qualche ignorante non sarà così”

Una sorpresa definita “brutta” dallo stesso sindaco di Settimo San Pietro, Gian Luigi Puddu. Un gruppo di cuccioli di cane “abbandonati in campagna” e, fortunatamente, messi in salvo. Ma non certo gratis: gli animali sono stati trasferiti nel canile convenzionato col Comune, che ha dovuto pagare “settemila euro. Quattrini pubblici che l’amministrazione comunale avrebbe preferito dover utilizzare per tante altre finalità, dal sostegno economico alle famiglie e imprese in difficoltà a causa dell’emergenza Coronavirus alle campagne di sensibilizzazione e lotta al randagismo”, così scrive Puddu sulla sua pagina ufficiale di Facebook.

“Insomma, si sarebbero certamente trovati tanti altri modi per spenderli in maniera più proficua. Non sarà purtroppo così, a causa della malvagità e dell’ignoranza di qualcuno”.


In questo articolo: