Cagliari, nel Largo una jacaranda di 600 kg si schianta su auto e strisce pedonali

Colpa del forte vento ma torna anche la polemica politica. Marcello Polastri: che altro dobbiamo aspettare?

Un albero di 600 kg schiantati su auto e strisce pedonali! Per l’ennesima volta. La denuncia arriva dal consigliere Marcello Polastri:  “Cosa dobbiamo aspettare che ancora succeda per togliere il pericolo? Da presidente della Commissione sicurezza penso sia giusta l’ora di agire, già ma come?

Mi attenderei una presa di posizione, da parte di tutti, mondo ambientalista, agronomi, istituzioni che solleciterò presto. Gli alberi si ribellano e ci mandano un segnale, sulle nostre abitudini?

PREMETTO: vorrei veder sane e salve dal loro stesso cadere, tutte le verdi piante di Cagliari e del ns pianeta. Però nella nostra CAGLIARI c’è da interrogarsi, profondamente, sul perché le piante cadano, ancora, e ancora…. Come avvenuto poco fa, come già avvenuto una settimana fa, con quintali di perso su un’auto che verrà aggiustata; però almeno chiediamocelo: se ci fosse stata una persona, là sotto?

LA SICUREZZA dei cittadini non è una OPINIONE (almeno a mio avviso), non è questione neppure POLITICA, è un segnale di allarme. LE AUTO 🚗 dovrebbero non più sostare sotto alberi che potrebbero cadere. O salviamo le piante 🌱 (necessità secondaria alla sicurezza) o mettiamo in sicurezza le zone più pericolose della città, rinunciando a tanti parcheggi. Cosa ne pensate, all’insegna della democrazia partecipata? Salvare le piante e via le auto? Oppure eliminare le più pericolose ?”, conclude Polastri.


In questo articolo: