Cagliari, da piazza a porta Matteotti: “Sarà l’ingresso turistico pedonale della città”

Stop alle auto, sì a bici e pedoni. Il progetto di un team di futuri architetti dell’Università: “La piazza è isolata per colpa del traffico, i turisti arrivano e sono spaesati. C’è comunque spazio per un multipiano da seicento posti dietro la stazione dei bus, che dovrà diventare un infopoint”. GUARDATE la VIDEO INTERVISTA. Vi piace l’idea?

Piazza Matteotti, nel futuro, dovrà cambiare nome: porta Matteotti. Almeno nei sogni-progetti di un gruppo di universitari che studia architettura. Uno di loro è Alessandro Giardina, cagliaritano di venticinque anni: “Stando dentro la piazza non si percepisce cosa c’è all’esterno, è isolata e tagliata fuori dal tessuto urbano per colpa del traffico automobilistico. La piazza dovrà essere ampliata sino ad arrivare al futuro edificio dei bus dell’Arst, escludendo le vetture anche dalla via Sassari”, spiega Giardina. E le auto? “Per loro ci sarà un multipiano da seicento posti proprio dietro l’attuale struttura che è un deposito per bus, e potranno continuare a passare” affianco al lato sinistra della piazza, guardandola dalla via Roma.
“Il parcheggio dell’Arst sarà spostato nel viale La Plaia, e ci sarà anche un ponte pedonale che collegherà la nuova porta Matteotti con il porto. Tanti turisti, spesso, scendono dalle navi da crociera e sono spaesati, gli basterà percorrere il ponte per arrivare nell’infopoint e ricevere tutte le informazioni sulla città”.


In questo articolo: