Bonus idrico emergenza Covid-19

Il Bonus idrico emergenziale è un rimborso tariffario straordinario in favore dei nuclei familiari che versano in condizioni socioeconomiche disagiate a causa dell’emergenza sanitaria da covid-19 e sono residenti nei comuni gestiti da Abbanoa spa

(pubbliredazionale)

Per facilitare l’accesso al bonus l’Ente di Governo dell’Ambito della Sardegna ha creato un sitowww.bonusacqua.it – in cui sarà facile per gli utenti interessati compilare la domanda di bonus online oppure scaricare il modulo (un pdf compilabile) che potranno inviare via PEC oppure per raccomandata o, infine, consegnare direttamente a mano all’ufficio protocollo del proprio comune di residenza.

Attenzione: la scadenza entro cui presentare le richieste è mercoledì 30 settembre, affrettatevi!

Il bonus rappresenta una misura straordinaria e ulteriore rispetto a quelle già previste a livello nazionale e regionale, destinata a supportare i nuclei familiari colpiti dalla crisi economica determinata dal Covid-19, quali le famiglie che hanno visto ridotte le loro possibilità di lavoro o persone che hanno perso l’occupazione.

Il bonus prevede un taglio nelle bollette di 50 euro per ogni componente del nucleo familiare.

Oltre alla residenza in uno dei comuni gestiti da Abbanoa, i requisiti per l’assegnazione del bonus prevedono che il richiedente abbia un indicatore dell’ISEE corrente non superiore alla soglia di 15 mila euro che si innalza a 20 mila euro nel caso di famiglie numerose (con almeno 3 figli a carico).

Richiedere il bonus online è facile, clicca qui.

Attraverso il sito www.bonusacqua.it la richiesta sarà inoltrata ai comuni a seguito di una semplice procedura di registrazione e compilazione on-line.

L’utente dovrà registrarsi sul sito, compilare il modulo online e allegare:

  • la copia dell’ISEE corrente,
  • la copia di una bolletta Abbanoa riferita all’utenza domestico residente per la quale si richiede il bonus,
  • la copia di un documento di identitàvalido.

Il sistema invierà la richiesta al comune di residenza dell’utenza interessata. Il comune prenderà in carico le domande e verificherà i requisiti di ammissione.

«Il Comitato Istituzionale d’ambito dell’Egas ha stanziato per il bonus emergenziale 8 milioni di eurospiegail Presidente dell’Ente, Fabio Albierie contiamo di garantire l’agevolazione a quanti più nuclei familiari ne abbiano diritto. Il nuovo sito, insieme a una campagna di comunicazione su social, media tradizionali e nuovi media, nasce proprio con questo obiettivo: facilitare l’accesso al bonus e, nel contempo, agevolare i comuni nella raccolta delle richieste attraverso il sistema on line».


In questo articolo: