Assemini, il bilancio dei soldi spariti: “I grillini tassano la gente”

Pd e centrodestra in coro contro il sindaco del Movimento a % Stelle: “ha mentito sui 750mila euro, voleva aumentare le tasse agli asseminesi in barba a tutte le promesse. Mario Puddu si dimetta”

Assemini, il Pd chiede le dimissioni immediate del sindaco grillino: dal bilancio “spariscono” 750mila euro, E sia il centrodestra che il Pd ora chiedono i conti, quelli veri. Perchè i grillini volevano aumentare le tasse agli asseminesi, prima che la manovra venisse dichiarata illegittima. Questo il comunicato ufficiale di oggi del pd asseminese: “Il Partito Democratico condanna il comportamento dell’amministrazione comunale 5 Stelle tenuto negli ultimi consigli comunali riguardo l’approvazione del bilancio di previsione 2015. Nello specifico, le tariffe IMU e IRPEF saranno le stesse del bilancio precedente per il fatto che le modifiche non sono state presentate entro il termine del 31 Luglio previsto dalla legge. Fortunatamente si sono scongiurati aumenti di IMU e IRPEF per 750.000 euro con cui l’amministrazione voleva finire di svuotare le tasche dei cittadini (a loro insaputa!). La sceneggiata del sindaco che ha fintamente proposto una scappatoia una volta smascherata l’irregolarità nell’approvazione delle aliquote è stata una scena imbarazzante, per lui e per la dignità dell’istituzione che rappresenta. Questa maggioranza ha dato ulteriore prova di spregio delle norme e della correttezza dei lavori del consiglio, approvando da sola e in maniera ILLEGGITIMA un bilancio diverso da quello depositato, dando prova di un’imbarazzante approssimazione e incapacità amministrativa.
Il Partito Democratico invita questa amministrazione a prendere atto della propria assoluta inadeguatezza a guidare Assemini – prima di causare altri danni seri alla cittadina – e trarne le dovute conseguenze che non possono che tradursi in dignitose immediate dimissioni da parte del sindaco”.


In questo articolo: