Antonio, emigrato in Olanda: “Perché in Sardegna i giovani rifiutano lavori da 1600 euro al mese”?

“In Olanda un cuoco è pagato 2mila euro al mese, ma un monolocale costa anche 1100 euro. Perché i giovani si debbano accontentare della paghetta dei genitori, è davvero inspiegabile perché non debbano andare a lavorare per 1600 euro”

Antonio di Dolianova: “In Olanda un cuoco è pagato 2mila euro al mese, ma un monolocale costa anche 1100 euro” Ha lavorato per tanto tempo nelle cucine di alcuni ristoranti olandesi, Antonio Pala: “Nell’ultimo periodo però ho tirato la corda per colpa delle restrizioni del Covid, lì la vita è cara. Mi mantengo da solo, perchè in Sardegna ci sono giovani che rifiutano lavori da 1600 euro al mese?”

Pala a Radio Casteddu racconta: “Sono stato chef in Olanda per 3 anni e mezzo, ho guadagnato al di sopra di 2 mila euro. Dal momento del lockdown, di tre cuochi ne hanno tenuto uno e gli altri due ruotavano. Quindi l’ultimo periodo ho guadagnato solo 400 euro e lì mezzo litro di acqua costa anche 4 euro.
Non capisco perché i giovani si debbano accontentare della paghetta dei genitori, è davvero inspiegabile perché non debbano andare a lavorare per 1600 euro”.
Risentite qui l’intervista di Paolo Rapeanu e Gigi Garau
e scaricate gratuitamente l’APP di RADIO CASTEDDU


In questo articolo: