Amsicora, Cus Cagliari, Ferrini e Suelli: quattro trasferte di fuoco

La quinta giornata della serie A1 di hockey

Sarà un turno in trasferta per tutte le quattro squadre sarde impegnate nel campionato di Serie A1 di hockey su prato. Amsicora, Cus Cagliari, Ferrini e Suelli infatti nella quinta giornata giocheranno lontane dalla Sardegna.

L’impegno più difficile è sicuramente quello dei quartesi, che voleranno in Piemonte dove ad attenderli c’è il Bra capolista e apparso imbattibile in questo inizio di stagione. Tuttavia il morale della Ferrini è ai massimi storici dopo il doppio turno che ha regalato loro sei punti e quindici gol totali. La sfida tra Bra e Ferrini è anche quella tra capocannonieri. Saranno infatti uno contro l’altro Ferrara e Edris, i due top scorer del campionato.

Tutt’altro che agevole anche l’impegno del Suelli, che volerà a Roma dove affronterà la DeSisti, una delle squadre più vincenti negli ultimi anni e terza forza della campionato. Tuttavia la vittoria è troppo importante per i trexentini, ancora a secco dopo le prime quattro giornate e pericolosamente vicini alle zone basse della classifica, zone che non sono mai state di competenza del Suelli.

Stessa destinazione per l’Amsicora, che sarà l’ultima a scendere in campo contro l’Hitrac Tevere EUR, squadra contro la quale lo scorso anno è arrivato lo Scudetto. I capitolini sono costretti a vincere per allontanarsi dalla zona retrocessione. Tuttavia i verdi, dopo le ottime prestazioni nel doppio turno, sono alla caccia della prima vittoria esterna della stagione, indispensabile per provare ad avvicinarsi al Bra.

Il CUS Cagliari parte invece alla volta di Castello d’Agogna, dove affronterà la Più Unica P. Bonomi in quello che è un vero scontro salvezza. I lomellini, dopo le due sconfitte rimediate la settimana scorsa, sono in piena zona retrocessione, la stessa dalla quale si sono allontanati gli universitari con la vittoria contro la Tevere di domenica scorsa. Le due squadre sono però divise da un solo punto in una classifica che, specialmente in coda, è cortissima e vede cinque squadre divise da due punti.

Carlo Buccoli


In questo articolo: