Adotta uno scrittore: incontri d’autore a scuola nel carcere di Uta

Primo appuntamento con Flavio Soriga mercoledì 10 aprile 2019

Il Salone Internazionale del Libro di Torino ha scelto il festival letterario Sulla terra leggeri per portare anche in Sardegna Adotta uno scrittore, una delle iniziative che la grande rassegna torinese da molti anni dedica alle scuole. 

Il progetto prevede che ​una classe di scuola superiore adotti un autore e lo ospiti tra i banchi per tre mattine durante le quali i ragazzi potranno parlare con lui senza filtri o censure.

L’iniziativa, che nel 2019 taglia il traguardo della diciassettesima edizione, è cresciuta di anno in anno coinvolgendo centinaia di classi, ma anche realtà diverse dalla scuola tradizionale, come le ​sezioni carcerarie. Ed è appunto in una sezione del carcere di Uta che si svolgeranno i tre incontri, tenuti dallo scrittore Flavio Soriga. 

Primo appuntamento domani, mercoledì 10 aprile, a partire dalle 13,30, con alcuni studenti dell’istituto. Coordinatrice del progetto la professoressa Claudia Zito. 

L’obiettivo di Adotta uno scrittore è quello di favorire uno scambio reale tra l’autore e gli studenti che lo adottano, un incontro tra diverse esperienze, sensibilità, passioni, curiosità, interessi. E sarà proprio da questo incontro che emergeranno i temi da affrontare in seguito: non si tratta quindi di lezioni di letteratura o di presentazioni di libri, sebbene il tema della lettura sia il centro dell’iniziativa.


In questo articolo: