A Sestu lacrime e applausi per Emanuela, morta di cancro a 49 anni: “Sarai la nostra stella”

In centinaia per l’ultimo saluto alla donna stroncata da un tumore fulminante, sulla bara la foto del giorno del matrimonio. Il dolore del marito Pierpaolo, dei due figli e dei tanti amici della donna, le preghiere di don Onofrio Serra e i volti di tutti rigati dalle lacrime: “Ciao, Manu”. GUARDATE il VIDEO

Chi non ha trovato posto dentro è rimasto, in religioso silenzio, nel sagrato della chiesa di San Giorgio di Sestu per dare l’ultimo saluto ad Emanuela Orrú, stroncata da un tumore fulminante ad appena 49 anni. C’è tutto il dolore di una comunità, quella sestese, sconvolta per la scomparsa di una donna, di una mamma, di una persona impegnata politicamente e socialmente, amante delle tradizioni e del folklore. Emanuela Orrú per anni ha sfilato, vestendo i costumi di Sestu, durante la festa di Sant’Efisio a Cagliari. E, anche grazie alla passione tramandata dal fratello Nazareno, il presidente della Pro loco cittadina morto tre anni fa, ha partecipato ai tanti eventi culturali e folkloristici di Sestu. Seduti, ancora increduli e con lo sguardo immerso nel pianto e perso nel vuoto, al primo banco della chiesa, c’erano il marito Pierpaolo, i due figli piccoli, la sorella. Poi, sparsi tra gli altri banchi, i tanti parenti di Emanuela. Don Onofrio Serra ha avuto il difficile compito di “far parlare” il Signore e di dare conforto ai cuori, distrutti, dei parenti e degli amici della quarantanovenne.

 

 

All’uscita della chiesa, un lungo applauso ha accompagnato la bara, dove ha resistito, ferma dentro una cornice in legno, la foto di Emanuela sorridente nel giorno, diciotto anni fa, del suo matrimonio. Poi, l’ultimo viaggio sino al cimitero, dopo la benedizione del parroco. Con centinaia di sestesi poi tornati a casa con gli occhi ancora molto lucidi e con la consapevolezza, ancora difficile da digerire, che Emanuela non c’è più: “Sarai la nostra stella”.

 

Funerale Sestu: don Onofrio serra, centinaia. Un lungo applauso sino al cimitero. Marito sorella vedvoa cognata zie e nipoti tutti da parte sua Pierpaolo e la sorella Valenti ameloni chiesa sna Giorgio.


In questo articolo: