A Quartu foto e cani vietati dentro il cimitero: “Multe per chi sgarra”

Niente immagini e animali nel camposanto, il divieto del Comune è destinato a far discutere: “È una questione di rispetto e di privacy per i defunti e i loro parenti”. I custodi potranno chiamare gli agenti della Municipale per le sanzioni


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Fiori sì, fotografie no. Al cimitero di Quartu sono comparsi i cartelli con tutta una serie di divieti: stop alle sigarette e ai sigari, vietato entrare con i cani, liberi o al guinzaglio, e soprattutto niente foto. Le regole le ha decise il Comune, i custodi del camposanto sono già stati avvisati e hanno piazzato gli avvisi all’ingresso e dentro il cimitero. Fotocamere degli smartphone o macchine fotografiche vietate, quindi, insieme alle “bionde” e al migliore amico dell’uomo. Una decisione destinata a far discutere, soprattutto quella del divieto di realizzare immagini, che però viene difesa dal vicesindaco Tore Sanna, che ha anche la delega per i servizi cimiteriali: “È una questione di rispetto e privacy nei confronti dei defunti e dei loro parenti. Ci saranno multe per chi sgarra e non rispetta le regole. Certo, i lavoratori del cimitero non potranno trattenere con la forza chi sarà sorpreso a scattare fotografie ma potranno comunque avvisare la polizia Municipale. È giusto ripristinare una civile convivenza, il cimitero non è un parco come tutti gli altri”, osserva Sanna.
“Le nuove regole sono anche quelle legate ai cani, non possono entrare al cimitero, e ai fumatori. Spesso abbiamo trovato cicche buttate dappertutto, tra i loculi e le corsie”.