A Capoterra dopo 70 anni si festeggia Sant’Antonio Abate nel centro storico

L’associazione San Girolamo  e Sant’Antonio di Capoterra  organizzano i festeggiamenti  il 18 gennaio in occasione della festa di Sant’Antonio Abate

La manifestazione dedicata a Sant’Antonio Abate  ritorna alle origini.  Dopo 70 anni  i  festeggiamenti si svilupperanno nel centro storico. A partire dalle ore 18:00  i  festeggiamenti  religiosi  con la messa solenne nella nuova chiesa di San Francesco  e la processione per le vie cittadine  dalla chiesa San Francesco  in Via Kennedy, il corteo si snoderà per  Via Trento,Via Isonzo, Via Amendola, Via Colombo, Via Satta- Corso Gramsci, Parrocchia Sant’Efisio.

Nel pomeriggio si darà il via ai festeggiamenti civili sino a  tarda sera  con  l’allestimento degli stand degli espositori locali sia hobbisti che artigiani. “Ci sarà anche una mostra dei motocicli (Vespa, Lambretta e i calassi d’epoca di ZIU AIEDDU” fanno sapere gli organizzatori”. E poi tanta animazione per i più piccoli nelle vie cittadine, laboratori ludici tradizionali dedicati ai più piccoli nella casa Melis in corso Gramsci. Alle  19:45 si terrà la benedizione del fuoco e  di tutti gli animali presenti nella piazza Montegranatico.  Alle 20:00 presentazione della ferratura tradizionale sarda, a seguire serata animata da: The Bright side di Eleonora dessi e Stefano Marcis, Elena Ciccu live music, Gruppo Su Beranu, Simone Frau con Mascotte e animazione. E per i più golosi zeppole e moscato.

 

 


In questo articolo: