A Cagliari sette giovedì di musica con la rassegna AlterNotes

Kastè Social Pub


Per le ultime notizie entra nel nostro canale Whatsapp

Giorgio Canali, Granpa, Soviet Soviet, Gazebo Penguins, The Cyborgs, Cinemavolta, Stefano Cherchi, Federico Pazzona e Enrico Spanu: questo il cast di AlterNotes, sette giovedì di musica dal vivo, in programma fino ai primi di aprile al Kastè Social Pub, il locale cagliaritano in via Università.

Allestita in collaborazione con la cooperativa Vox Day e con la supervisione artistica di Davide Catinari, la rassegna prende subito quota: protagonista assoluto del concerto inaugurale, giovedì 6 febbraio, è infatti un nome di spicco della scena rock alternativa italiana degli ultimi tre decenni, Giorgio Canali, voce e chitarra al centro dei riflettori a partire dalle ore 22.30.

Classe 1958, tecnico del suono per gruppi come PFM e Litfiba negli anni Ottanta, lo ritroviamo nei Novanta a imbracciare la chitarra nelle file dei CCCP e dei CSI (Consorzio Suonatori Indipendenti), e poi, agli inizi del nuovo millennio, sotto l’insegna dei PGR (Per Grazia Ricevuta). Accanto a queste esperienze e alle collaborazioni con band come Marlene Kuntz, Noir Désir, Litfiba, Timoria, PFM, Yo Yo Mundi, Tre Allegri Ragazzi Morti, (P)neumatica, Zen Circus, Masoko, Hic Niger Est, oltre che nelle vesti di produttore per album dei Verdena, di Bugo e di Le Luci Della Centrale Elettrica, il chitarrista e cantautore romagnolo è impegnato in un fecondo progetto solistico, inaugurato nel 1998 con il primo disco a suo nome, “Che fine ha fatto Lazlotòz”, e portato avanti con il suo gruppo Rossofuoco.

Sette sere dopo (il 13 febbraio, sempre alle 22.30 e con ingresso a sei euro), dalla Sicilia planano sul palco del Kastè i Granpa, trio guidato da Gianluca Bartolo, voce e chitarrista dei Pan del Diavolo, il duo folk/rock’n’roll applaudito a Cagliari lo scorso ottobre alla settima edizione del Karel Music Expo.

Il mese di febbraio per AlterNotes si completa giovedì 27 con le sonorità post punk e gothic dei Soviet Soviet, formazione sulle scene nazionali e internazionali dal 2009, che giunge a Cagliari reduce dalla pubblicazione (lo scorso novembre, per l’etichetta newyorchese Felte) del suo quarto album, “Fate”, acclamato dalla critica come disco della maturazione.

La rassegna riprende il suo cammino il 13 marzo all’insegna del rock indipendente: i riflettori del Kastè si accendono per gli emiliani Gazebo Penguins, premiati al MEI di Faenza 2013 come miglior gruppo live, dopo un tour che li ha portati a solcare numerosi palchi e club in tutta Italia per promuovere “Raudo”, il loro terzo album in studio.

Giovedì 20 marzo AlterNotes presenta “La Notte delle Chitarre”, un progetto originale che vedrà avvicendarsi sul palco tre musicisti sardi, Stefano Cherchi (chitarra e voce dei Nielsa), Federico Pazzona (in arte Beeside) e Enrico Spanu (The Heart And The Void), che poi si riuniranno insieme per un set finale.

È invece un atteso ritorno quello del 27 marzo al Kastè: già acclamati dal pubblico cagliaritano lo scorso ottobre in occasione del Karel Music Expo, tornano in scena The Cyborgs, la “two men band” dall’identità anonima (i due musicisti si fanno chiamare “0” e “1”, come i simboli del codice binario), pronta a elettrizzare l’atmosfera con il suo boogie blues dalle venature sonore decisamente “heavy”.

La data del 3 aprile segna l’ultimo appuntamento per AlterNotes, che chiude questo ciclo dedicato alla musica indipendente con il funky dei bresciani Cinemavolta, band sulle scene da dieci anni: un cammino contrassegnato nel 2005 dalla pubblicazione di “Weekend”, album di esordio prodotto da Max Casacci per l’etichetta Casasonica, seguito tra il 2007 e il 2011 da due libri-cd (“Smetti di essere felice” e “Il mio dio è ateo”), dall’ep “Guerra Fredda” (2009) e da “3D(C)” (2011). L’ultimo album, uscito l’anno scorso, è il doppio “Love, Party o Altro?”.

Tutte le serate iniziano alle 22.30 con ingresso a sei euro (più due di prevendita). Per informazioni e prenotazioni: 340 22 05 404. Media partner Radio X.


In questo articolo: